Lega di B: “No alle seconde squadre, blocchiamo il campionato”.
15 maggio 2018
Avviso Pubblico indetto da PugliaSportiva rivolto alle società ed associazioni sportive pugliesi
15 maggio 2018

Dino Tripodi, 49enne di Buccinasco, hinterland di Milano, ha salvato la vita a un ragazzino di 12 anni che si era sentito male in un campo di calcio in viale Famagosta, a Milano. L’uomo, che allena i bambini ad Assago, ha praticato il massaggio cardiaco al dodicenne senza perdersi d’animo: il ragazzino sta bene.

Da mister a eroe, anche se lui non si ritiene tale. Dino Tripodi, 49enne residente da anni a Buccinasco, nell’hinterland di Milano e allenatore della squadra di calcio giovanile del Gs Assago, con il suo intervento provvidenziale ha salvato la vita a un ragazzino di 12 anni che si era sentito male su un campo di calcio. L’episodio, riportato dal quotidiano “Il Giorno”, è avvenuto a Milano, nel centro sportivo in viale Famagosta nel quale gioca la squadra di calcio La Spezia calcio Milano. Tripodi era lì per assistere alla partita del figlio. A un certo punto ha sentito urlare uno dei bambini che si stavano riscaldando in attesa della partita dei più grandi: “Aiuto, il mio amico sta morendo”. Il 49enne non ci ha pensato un attimo ed è accorso: per terra, riverso sull’erba, c’era il corpo di un ragazzino di 12 anni. Quando Tripodi lo ha girato ha visto che l’adolescente era privo di sensi e aveva la bava alla bocca. Senza perdersi d’animo, ha iniziato a praticare il massaggio cardiaco al ragazzo, chiedendo a un altro ragazzino di cercare di aprire la mascella del dodicenne, che risultava serrata.

Fortunatamente il massaggio cardiaco ha avuto effetto: il ragazzino ha aperto gli occhi ed è poi stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso da un’ambulanza nel frattempo intervenuta. Il ragazzo sta bene: “Quando l’hanno caricato sull’ambulanza mi sono inginocchiato, l’adrenalina è scesa tutta di colpo, mi sono messo le mani in faccia. Non mi ero reso conto di nulla, si è avvicinato uno degli altri genitori e mi ha detto: gli hai salvato la vita. E lì ho realizzato”. Il 49enne non vuole sentirsi chiamare eroe, anche se il suo gesto non è passato certo inosservato: anche il sindaco di Buccinasco, Rino Pruiti, lo ha chiamato per ringraziarlo. Tripodi, che da nove anni allena i bimbi del Gs Assago e aveva frequentato un corso di primo soccorso, continua però a ripetere di aver agito “come avrebbero fatto tutti”: “Ho due bambini, la prima cosa che ho pensato è che potevano esserci loro a faccia in giù su un campo da calcio”.
Fonte: Milanofanpage.it

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *