Appalti e fondi per le periferie passano a Sport e Salute.
7 giugno 2019
Il Lecce e Meluso insieme sino al 2022.
8 giugno 2019

La curatela fallimentare della” SSD Virtus Casarano”ha citato il Comune davanti al Tribunale di Lecce, chiedendo un risarcimento per danno patrimoniale di due milioni di euro ,oltre l ‘interessi legali. La richiesta dell’ingente somma  è motivata da un presunto “danno patrimoniale subito dalla società attrice a seguito del subito anticipato spossessamento “. In subordine ,il curatore fallimentare della società calcistica ha chiesto la condanna del comune al pagamento della somma 1.217.791,25 euro a titolo di rimborso di quanto speso dalla stessa società per la manutenzione straordinaria dello stadio “Giuseppe Capozza “.L’altro ieri ,con una delibera specifica ,la giunta municipale guidata dal Sindaco Gianni Stefano ha deliberato di costituirsi in giudizio ,dando l’incarico legale all ‘avvocato Luciano Ancora con studio a Lecce . Questi conteziosi sono indirettamente collegati che hanno come oggetto sempre lo stadio “Capozza”.

Il primo pone il Comune di fronte al Credito Sportivo ,che reclama la restituzione del mutuo di 1.350.000 euro concesso alla “Virtus Casarano”per il finanziamento della spesa prevista per i lavori di ristrutturazione allo stadio .

L ‘altro è stato attivato contro la Commissione Straordinaria di Liquidazione del Comune di Casarano che non ha ammesso alla massa passiva della liquidazione ,che ne avrebbe dimezzato le entità del presunto debito dello stesso Credito Sportivo di 1.686.540,41 relativo al rilascio di garanzia fideiussoria del Comune di Casarano per il mutuo di 1.350.000 euro .
Oggi la” Virtus Casarano” è in fase di fallimento e di chiusura.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *