Formazione e valorizzazione dei giovani calciatori. I progetti della Lega Pro. Oggi, l’incontro con i responsabili dei settori giovanili e Demetrio Albertini, presidente del Settore Giovanile della FIGC.
30 ottobre 2019
CAMPIONATO SERIE C 2019-2020 VARIAZIONE GARE – 14 a GIORNATA DI ANDATA.
31 ottobre 2019

Danilo Sandalo

Il Lecce torna imbattuto da Genova dando continuità di risultati ai due precedenti pareggi contro Milan e Juventus.
Formazione rivoluzionata da mister Liverani che si rivela uno stratega con grandi doti intuitive mandando in campo due oggetti fin ora misteriosi, come Shakhov e Lapadula, che invece si rivelano determinanti e al posto giusto al momento giusto, collezionando l’ azione che porta al vantaggio del Lecce. Il pareggio doriano lascia un pò l’ amaro in bocca per come è maturato ma di buono c’è che il Lecce di ieri ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra viva.

Sampdoria

Audero 6
Depaoli 6
Colley 5,5
Ferrari A. 5,5
Murru 5,5
Barreto 6 (46′ Ramirez 7 )
Ekdal 5,5
Vieira 5
Bertolacci 5,5 (67′ Leris 6 )
Quagliarella 4,5
Bonazzoli 5,5 (66′ Rigoni E. 6 )

ALL.: Claudio Ranieri 6: per risollevare questa Sampdoria ci vorrebbe qualcosa come un esorcista! Sebbene il buon Claudio non si affidi a queste pratiche quasi surreali è pur vero che la “croce” che ha scelto di caricarsi è piuttosto pesante da portare. Più che cacciare il diavolo dal corpo blucerchiato, “Sir” Claudio probabilmente avrà capito che in questo momento la sua squadra è un paziente che va curato e allineato con le forze della natura. SCIAMANO

Lecce

Gabriel 6,5
Meccariello 6,5 (87′ Rispoli s.v )
Lucioni 6,5
Rossettini 6,5
Dell’orco 6
Tabanelli 6,5
Petriccione 7
Tachtsidis 5,5
Shakhov 7 (69′ Mancosu 6 )
Falco 7
Lapadula 7 (70′ Babacar 6 )

ALL.: Fabio Liverani 6: Uno stratega d’ altri tempi che se fosse nato in America Latina avrebbe occupato un posto di prestigio come capo di governo militare di qualche nazione minore mai disposta a piegarsi all’ egemonia capitalista, che mira a mantenere la propria identità di fronte al mostro della globalizzazione. Il comandante Liverani inserendo Shakov e Lapadula dimostra proprio questo, con i due che lo ripagano finalmente alla grande. Peccato di non essersi accorto dello spirito di vendetta dell’ arbitro nei confronti di Tachtsidis che in quanto ad affidabilità è paragonabile a quella di una qualsiasi campagna elettorale italiana. CONDOTTIERO

Danilo Sandalo 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *