TARANTO FC : FRANCESCO MONTERVINO È IL NUOVO DIRETTORE SPORTIVO.
18 luglio 2020
Giudice Sportivo 35a giornata Serie BKT.
18 luglio 2020

IL NEO ACQUISTO BIANCOAZZURRO AFFIDA LE PRIME PAROLE SUL SUO PROFILO INSTAGRAM.
RIPERCORRIAMO LA SUA CARRIERA GIÀ INTENSA E RICCA DI ESPERIENZE.

Duecentosei centimetri di puro talento, una mano mortifera dalla linea dei tre punti e i colori bianco e
azzurro nel proprio destino.
Le peculiarità del nuovo arrivo hanno davvero tutto ciò di necessario per imprimere un marchio
importante sulla prossima stagione sportiva per la Happy Casa Brindisi. Derek Willis sarà l’ala tiratrice
nello starting five guidato da coach Vitucci e assemblato dal direttore sportivo Simone Giofrè.
Nativo americano, sua madre appartiene a tre tribù: Southern Arapahoe, Pawnee and Creek. Prima che
si trasferisse sul Mt. Washington, da bambino ha vissuto per diversi anni nella ‘Wind River Indian
Reservation’ riserva indiana nel Wyoming tra le più grandi del paese. Infanzia trascorsa su un grande
appezzamento di terra ai margini della riserva.
Venticinque anni appena compiuti e tutta l’intenzione di allargare i propri orizzonti nella pallacanestro
europea. Dopo i due anni trascorsi nella BBL Basketball Bundesliga, in Germania, l’arrivo in Italia è il
trampolino di lancio da non lasciarsi sfuggire.
Mettersi al servizio della squadra, interpretare al meglio il proprio ruolo e aspettare il momento giusto
per graffiare e lasciare il segno.
La University of Kentucky rappresenta la cartina tornasole dell’uomo, giocatore e professionista Derek
Willis. Avere il privilegio di essere allenati in campo e fuori dal campo da coach John Calipari, istituzione
dello sport americano e mondiale, è certamente un acceleratore di esperienze di vita.
“Giocare per quattro anni a Kentucky è stata la cosa più dura che abbia mai fatto nella mia vita.
Durante ogni allenamento quotidiano coach Calipari pretende il massimo da ogni giocatore. È il suo
modo per ottenere il meglio e mettere sui binari giusti la squadra in vista degli obiettivi stagionali”.
Nel corso dei quattro anni da ‘Wildcat’, l’atleta del Lousville ha giocato con superstars ora protagoniste
ai massimi livelli in NBA.
Su tutti (Murray, Fox, Adebayo, Randle, Gilgeous-Alexander, Cauley-Stein) spiccano i nomi di KAT Karl￾Anthony Towns – scelta n.1 al draft 2015 dei Minnesota Timberwolves e rookie dell’anno 2016, e Devin
Booker – top scorer dei Phoenix Suns – compagni di squadra nella stagione 2014/15.
Annata da record per i Wildcats, forti di un ruolino di marcia da 34 vittorie e 0 sconfitte con cui si
presentarono alla March Madness. Titolo NCAA sfumato solamente alla Final Four di Indianapolis
contro Winsconsin davanti a ben 72.238 mila spettatori presenti al Lucas Oil Stadium.
Si, settantaduemila spettatori.
Un evento cestistico planetario che ogni anno catalizza l’attenzione intera degli States, a cominciare dal
Presidente in carica della Casa Bianca a formulare pubblicamente il bracket per prevedere l’esito della
‘folle competizione di marzo’.
Per nulla facile condividere spazio, modi e tempi con futuri All Stars NBA. Ci vuole una grande dose di
saggezza, la stessa saggezza che ha tatuato in modo iconico sul proprio corpo. Tra le decine di tatuaggi,
appare evidente un teschio di zucchero circondato da un gufo gigante. Le ali spiegate si estendono da
una spalla all’altra, le piume si spingono fino agli addominali. “Rappresenta la saggezza”, spiega Derek.
La grande crescita negli ultimi due anni al college lo consacrano come uomo chiave all’interno della
squadra, tanto da ricevere elogi pubblici da John Calipari: ”Una grande parte del successo conseguito è
dovuto al ruolo di Derek – commentò il coach nel marzo del 2016 – e da come lo interpreta. Ci ha
cambiato e ha dato una svolta alla nostra stagione. Ci ha fatto diventare una squadra diversa”.
Dulcis in fundo, l’originale proposta di matrimonio presentata pubblicamente alla sua compagna Keely
al centro del campo della Rupp Arena, poco prima della palla a due di uno dei suoi ultimi incontri da
giocatore di Kentucky. Coraggio da vendere non c’è che dire, da atleta professionista e da marito.
“Ciao Happy Casa Brindisi. Sono entusiasta e grato per questa opportunità! Ho grandi aspettative sullo
staff tecnico e la squadra, penso che avremo tutte le carte in regola per vivere una stagione di successo.
Fans brindisini, spero di rendervi orgogliosi… ci vediamo tra un paio di settimane. Forza Brindisi”.
Queste le prime parole da nuovo giocatore della Happy Casa Brindisi, affidate sul suo profilo ufficiale
Instagram. Derek Willis è pronto a tornare a vestire i colori bianco e azzurri. Dal Kentucky a Brindisi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *