HAPPY CASA BRINDISI-LA STRISCIA VINCENTE SI FERMA A QUOTA OTTO: CREMONA ESPUGNA IL PALAPENTASSUGLIA
19 aprile 2021
Un Fasano da applausi cade in casa contro la capolista
19 aprile 2021

Taranto resta in testa alla classifica con la vittoria numero 17 firmata da Morici (21 punti) con Azzaro, Matrone, Diomede e Duranti in doppia cifra

VIRTUS ARECHI SALERNO – CJ BASKET TARANTO 69-81
Virtus Arechi Salerno: Massimo Rezzano 19 (1/3, 5/7), Lorenzo Tortù 14 (6/14, 0/2), Roberto Maggio 12 (3/4, 2/6), Antonio Gallo 11 (4/5, 1/1), Andrea Valentini 6 (3/8, 0/0), Marco Mennella 4 (1/4, 0/4), Ernesto Beatrice 3 (0/0, 1/4), Marco Rossi 0 (0/0, 0/1), Massimo Peluso 0 (0/0, 0/0), Bruno Longo 0 (0/0, 0/0), Marco Venga 0 (0/0, 0/0). All. Parrillo.
CJ Basket Taranto: Nicolas Morici 21 (5/11, 3/5), Alessandro Azzaro 16 (5/7, 2/5), Ferdinando Matrone 15 (6/7, 0/0), Manuel Diomede 11 (3/7, 1/4), Bruno Duranti 10 (2/3, 2/5), Nicola Longobardi 6 (0/0, 2/3), Nicolas Manuel Stanic 2 (0/2, 0/5), Riccardo Agbortabi 0 (0/0, 0/0), Milos Divac 0 (0/0, 0/0), Andrea Pellecchia 0 (0/0, 0/0), Marco Manisi 0 (0/0, 0/0). All. Olive
Arbitri: Luca Attard di Priolo Gargallo (SR) e Marco Attard di Firenze. Parziali: 21-16, 14-18, 14-21, 20-26. STAT SA: Tiri liberi: 6 / 7 – Rimbalzi: 28 9 + 19 (Andrea Valentini 7) – Assist: 13 (Roberto Maggio 4). STAT TA: Tiri liberi: 9 / 14 – Rimbalzi: 39 12 + 27 (Ferdinando Matrone 13) – Assist: 16 (Nicolas Manuel Stanic 5).

Non si ferma la corsa del CJ Basket Taranto. A Salerno arriva la vittoria numero 17 della stagione della squadra di coach Olive che espugna il parquet della Virtus Arechi col punteggio di 81-69 continuando il duello con Rieti per il primo posto nella classifica del girone D a tre giornate dalla fine della regular season.
Successo a Salerno arrivato al termine di una partita combattuta punto a punto per oltre tre quarti. Poi nel finale di terzo quarto, sul 47-47 il CJ Basket ha dato lo strappo vincente con le giocate prima di Matrone e poi di Morici, entrambi in doppia doppia: 15 punti più 13 rimbalzi per il pivot, 21 punti e 11 rimbalzi per l’italoargentino. Ma tutti hanno portato il loro pesante mattone, come le triple di Azzaro, Duranti e Diomede ma anche Longobardi ha infilato la seconda partita di livello dalla ripresa del campionato. Una buona prestazione corale contro un Salerno trascinato da Rezzano, Tortù e Maggio, tutti e tre in doppia cifra.
Coach Olive parte con Morici, Azzaro, Stanic, Diomede e Matrone. Coach Parrillo risponde con Tortù, Gallo, Maggio, Rezzano e Mennella.
Il primo canestro porta la firma di Matrone su assist dell’ex Diomede. Tortù pareggia a 2. Idem Azzaro e Morici da una parte, Mennella e Gallo dall’altra, 6-6. Di Azzaro la prima tripla del match subito impattata da Rezzano. L’ex Maggio mette per la prima volta il naso avanti per Salerno, subito pari con l’altro ex Diomede. Si va a braccetto fino al 15-15. Poi negli ultimi due minuti l’Arechi piazza il break di 6-1 a firma Mennella, Tortù e Gallo per il 21-16 del primo quarto.
Taranto restituisce il parziale con gli interessi. Azzaro e la tripla di Longobardi riscrivono l’ennesima parità, ancora Azzaro e una tripla dellaltro ex Duranti chiudono il 10-0 che costringe coach Parrillo a chiamare time out. Salerno si scuote e torna in partita con Valentini e la tripla di Beatrice per l’ennesima parità. Addirittura passa davanti con la tripla di Rezzano dopo il canestro di Morici, 29-28. Tra sorpassi e controsorpassi l’ennesimo lo firma Duranti, poi Morici schiaccia il 32-29 mentre Matrone completa il break di 6-0. Ma è anche la gara dei controbreak, che arriva puntuale da parte di Salerno con Valentini, Rezzano e Maggio. All’intervallo Arechi avanti di uno, 34-33 sul CJ.
Il secondo tempo si apre con i canestri di Tortù e Maggio per il +5 Arechi. Diomede accorcia le distanze. Per un po polveri bagnate da entrambe le parti, ci pensa la solita tripla di Duranti a rompere il ghiaccio per la nuova parità, 39-39. Comincia una gara da tre punti, si iscrivono anche Rezzano, Gallo e Morici per ben due volte ma il risultato non cambia, 47-47. Per Taranto, nel finale di terzo quarto si scatena Matrone, prima una schiacciata, poi due liberi, in mezzo il canestro di Duranti e ancora un altro canestro del pivot che sente aria di casa e il CJ chiude avanti 55-49.
Taranto oramai è in fiducia e comincia bene anche l’ultimo quarto. Matrone non si ferma più, Morici mette la tripla del +11. Sul 49-61 coach Parrillo chiama l’ennesimo time out riparatore. Tortù rivitalizza i suoi con due canestri di fila. Coach Olive non vuole scherzi, stavolta è lui che chiama time out. E fa bene perché il CJ Basket ne esce carico, segna Azzaro e poi la tripla di Diomede vale il nuovo massimo vantaggio a +13. Eppure Salerno non si arrende, ricomincia la gara da tre punti, stavolta hanno la meglio i padroni di casa con Maggio e Rezzano (due volte) contro la sola tripla di Azzaro per il 62-69 che tiene aperta la partita a 2 dalla fine. Ci vuole tutto la dorsale argentina, con Stanic che arma la mano di Morici per il 71-62. Maggio e Rezzano sono gli ultimi ad arrendersi ma non cè tempo per provare l’ennesima rimonta anche perché Morici è immarcabile, scollina quota 20. La tripla di Longobardi, la seconda del match, è la ciliegina sulla torta della vittoria numero 17 del CJ Taranto che continua la sua corsa in testa.
Iniziato al meglio il ciclo di tre gare in una settimana per i rossoblu che giovedì ospiteranno la Luiss Roma al Palafiom con palla a due alle ore 19.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *