Lecce: per la Primavera arrivano Mommo e Carellas
19 agosto 2021
Bjelic-Frata Nardò: il matrimonio continua
22 agosto 2021

Emozione da primo giorno di scuola, tante facce nuove e soprattutto grandissimo entusiasmo e voglia di fare bene. Così il CJ Basket Taranto si è ritrovato per la prima volta per cominciare la preparazione al prossimo campionato di serie B 2021/2022 al via nel week end del 3 ottobre (rossoblu contro Ragusa) ma preceduto dalla Supercoppa che vedrà Taranto affrontare nel primo turno casalingo, gara secca, Monopoli, il 12 settembre.

Al Palafiom si è finalmente composto quel mosaico che la società, di concerto con lo staff tecnico, ha costruito e sta costruendo in questa estate: Hugo Erkmaa, Biagio Sergio, Giovanni Gambarota, Riziero Ponziani, Alberto Conti, Matteo Bonaccorsi, Fatih Mehmedoviq e quel Manuel Diomede unico superstite del gruppo dello scorso anno a cui spetterà il compito di inculcare lo spirito CJ a tutto il resto del roster in questi primi giorni di preparazione.

Valori dell’essere CJ, della città di Taranto e della sua gente. Sono questi i richiami che sono riecheggiati nelle parole di “benvenuto” che hanno dato i dirigenti della società, dal presidente Sergio Cosenza al vicepresidente Roberto Conversano passando per il team manager Salvatore Massari e il direttore sportivo Vito Appeso. “La città, gli appassionati di sport e di basket in particolare si aspettano tanto da voi, questo è un territorio che attraverso lo sport si sta riscattando, lo scorso anno il calcio e il volley hanno raggiunto la promozione, noi dopo un gran campionato l’abbiamo sfiorata e siamo qui per riprovarci con voi” ha detto Massari. Sulla stessa lunghezza d’onda Roberto Conversano: “Vi abbiamo scelto perché abbiamo grande fiducia in voi. Molti dicono che lo scorso anno avevamo uno squadrone, io dico che questo roster mi piace ancor di più perché ha quelle caratteristiche che possono far innamorare il pubblico di Taranto. Vogliamo riempire il palazzetto sperando in una mano benevola sulla percentuale di capienza”.

E poi il presidente Cosenza: “Come ogni anno dico che bisogna fare un passetto in più, migliorarci, beh se siamo arrivati in semifinale lo scorso anno…il resto vien da se”.

La palla poi è passata al direttore sportivo Vito Appeso che ha rimarcato l’importanza della stagione che Taranto si appresta a vivere e l’indirizzo che le sue scelte, di concerto con lo staff tecnico, hanno preso in sede di mercato nel costruire la squadra: “Una compagine di giocatori veloci e con grinta difensiva capaci di fare la differenza in attacco”.

Quindi è toccato a coach Olive passare dalle parole ai fatti. Il suo discorso ha richiamato i valori del “sacrificio in allenamento, del fare gruppo, dello stare insieme ma con alla base il sano e imprescindibile divertimento del gioco del basket. Come l’anno scorso non mi pongo e non vi pongo obiettivi. Dobbiamo migliorare giorno dopo giorno, diventare squadra, solo così potremmo vincere le nostre sfide e le nostre partite. Dobbiamo divertirci e far divertire il pubblico, questo lo possiamo fare solo lavorando sodo sin dal primo giorno”.

La squadra poi ha svolto il primo allenamento agli ordini anche dell’assistant coach Claudio Carone, effettuando i vari test atletici con il preparatore atletico, Giuseppe Diciolla e del nuovo fisioterapista Francesco Lappo. Presente anche il dottore della squadra, Giuseppe Ostillio, e il dirigente addetto anche alla logistica medica, Paolo Marzulli, figure fondamentali in tema di sicurezza e protocolli covid.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *