Primavera Lecce: trauma distorsivo per Blondel
28 agosto 2021
Paralimpiadi: primo storico successo nel sitting volley
28 agosto 2021

Percorso netto delle azzurre nella prima fase del Campionato Europeo Femminile 2021. Alla Krešimir Cosic Sports Hall di Zara l’Italia ha chiuso la Pool C con la quinta vittoria consecutiva battendo la Svizzera 3-0 (25-17, 25-18, 27-25).

Domani le azzurre partiranno alla volta di Belgrado. In Serbia l’Italia tornerà in campo lunedì 30 agosto per affrontare l’ottavo di finale contro il Belgio.

 

CRONACA – Per questo ultimo match della Pool C il ct Davide Mazzanti modifica il sestetto di partenza visto nelle gare sin qui disputate. Resta al riposo la regista Orro, e scendono in campo la diagonale Malinov-Egonu, le schiacciatrici Gennari (al posto di Sylla) e Pietrini, le centrali Bonifacio e Danesi (che sostituiscono l’infortunata Fahr e Chirichella) e il libero De Gennaro.

Per la Svizzera l’allenatrice Johanna Van Hintum sceglie il sestetto composto da Pierret, Künzler, Matter, Eiholzer, Van Rooij, Sulser e il libero Knutti.

In avvio di gara le azzurre faticano a trovare la giusta continuità nel proprio gioco e si procede punto a punto (8-8). Pietrini e Malinov firmano il break del primo vantaggio azzurro (11-8). L’Italia prende le misure, allunga il passo (18-12), mantiene il vantaggio (20-14) e chiude a proprio favore la prima frazione (25-17).

In avvio di secondo set è la Svizzera a concretizzare (0-5). Le azzurre faticano a rimettersi in marcia e le avversarie restano avanti (7-12). L’Italia lotta punto a punto, impatta (14-14) e sorpassa (17-15). Un break firmato da Egonu (1 attacco e 2 ace) e Bonifacio porta le azzurre sul +5 (21-16). E’ l’accelerazione decisiva: l’Italia conquista anche il secondo set (25-18).

Avvio equilibrato di terza frazione (4-4). L’Italia si porta sul +4 (9-5), ma la Svizzera riesce a riagguantare la parità (11-11) e a tenere il passo delle azzurre (16-15). Nel finale un ace di Egonu vale il +3 (22-20), le avversarie pareggiano (22-22), ma a spuntarla ai vantaggi è l’Italia che chiude (27-25) la Pool C con un percorso netto conquistando la quinta vittoria consecutiva.

 

DAVIDE MAZZANTI: “Sono soddisfatto del percorso fatto fino ad ora. Facciamo fatica forse con attaccanti un po’ diversi rispetto al solito, come in parte avvenuto nella partita contro la Slovacchia, ma nel complesso ho visto tante risposte positive dal campo. Soprattutto nel secondo set ho viso buone cose anche nell’assistenza, nel contrattacco soluzioni che stavamo cercando e che sono venute fuori nel gioco. Domani abbiamo il trasferimento e faremo un po’ di lavoro fisico, poi riprenderemo gli allenamenti a Belgrado per preparare al meglio gli ottavi”.

 

SARA BONIFACIO: “Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di fare l’esordio in questo Europeo questa sera. Siamo arrivati alla quinta vittoria e abbiamo concluso il percorso qui a Zara nel migliore dei modi. Ora andiamo a Belgrado cariche, con un obiettivo da centrare. Vedo una crescita nel nostro percorso anche se dobbiamo ancora aggiustare qualcosa per limitare degli errori che in qualche momento possono destabilizzare. In questi casi dobbiamo mantenere la pazienza e avere fiducia nelle compagne per uscire subito da situazioni difficili che in una partita possono sempre capitare”.

 

ITALIA-SVIZZERA 3-0 (25-17, 25-18, 27-25)

ITALIA: Gennari 13, Bonifacio 5, Malinov 4, Pietrini 13, Danesi 7, Egonu 19; De Gennaro (L), D’Odorico. Ne: Orro, Chirichella, Nwakalor, Sylla, Parrocchiale (L). All. Mazzanti.

SVIZZERA: Pierret 1, Künzler 12, Matter 5, Eiholzer 7, Van Rooij 10, Sulser 6; Knutti (L), Perkovac 1, Hämmerli. Ne: Deprati, Wieland, Storck, Schwarz, Zurlinden. All. Van Hintum.

ARBITRI: Ari Jokelainen (FIN) e Alexey Pashkevich (RUS)

DURATA SET: 22’, 23’, 31’.

ITALIA: 6 a, 8 bs, 9 mv, 18 et.

SVIZZERA: 2 a, 4 bs, 6 mv, 16 et.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *