Zanelli (Happy Casa Brindisi): “Finalmente con i nostri tifosi”
3 ottobre 2021
Primo successo per la Primavera del Taranto
3 ottobre 2021

Un derby tira l’altro. Dopo quello giocato in Coppa, appena 10 giorni fa, irrompe Nardò-Casarano di campionato, con una posta in palio ben diversa.

Le motivazioni, certamente, saranno ben altre rispetto alla gara giocata in Coppa a Copertino. Si affronteranno due squadre diverse che sentono in maniera forte la gara con motivazioni che vanno oltre la normale intensità: il derby ha una sua fisionomia particolare e questo i giocatori, ovviamente, lo avvertono.

 

Come se non bastasse Nardò e Casarano arrivano all’appuntamento di domani, reduci, entrambe, dalle due sconfitte patite domenica scorsa.

Dobbiamo pensare solo a noi stessi. Perdere fa sempre male, per quanto ci riguarda, perdere nel modo in cui abbiamo rimediato la sconfitta con il Bisceglie ha accentuato il rammarico per ciò che non è stato. Sono convinto che avremo modo, affrontando la gara di domani con il piglio giusto, di eliminare le scorie di uno stop del tutto immeritato.

 

Ma che tipo di gara si aspetta Calabuig?

Una gara tosta, irta di insidie e noi l’abbiamo preparata proprio in virtù di queste caratteristiche. Il Nardò è un’ottima squadra, assortita in tutti i reparti e poi, come se non bastasse, per loro è la prima gara giocata davanti ai propri tifosi. Ci sarà da lottare e sudare molto e noi siamo pronti a questo.

 

Come arriva il Casarano a questo derby?

L’ho detto, abbiamo lavorato bene potendo disporre di una settimana di lavoro, senza interruzioni, come sarà invece la prossima settimana. Mancherà sicuramente Tounkara che non ha ancora recuperato dall’infortunio subito a Gravina, ma per il resto, a parte qualche normale acciacco, gli altri stanno tutti bene.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *