Ghirelli premiato con la “Castegna d’argento”
14 dicembre 2021
L’Happy Casa lotta, ma cede alla capolista Cluj
16 dicembre 2021

“Si vedeva subito già dal riscaldamento che i ragazzi avevano una tensione e un atteggiamento che ci avrebbe potuto far vincere la partita e così è stato”. Davide Olive racconta così i presagi di vittoria del suo CJ Basket Taranto contro la capolista Lions Bisceglio in quella che è stata l’ultima partita giocata in casa dai rossoblu per questo 2021 in attesa di chiudere l’anno a Molfetta domenica prossima.

Un grosso colpo da parte di Taranto che ha voluto prendersi una rivincita importante contro se stessa dopo tre sconfitte consecutive, l’ultima delle quali, a Cassino, rischiava di avere degli strascichi importanti a livello mentale. Ed invece come sottolinea coach Olive è successo il contrario, la delusione e l’amarezza per quel 33-13 patito nell’ultimo quarto si sono trasformate in energia positiva. “Avevamo voglia di riscatto dopo quello che avevano fatto dilapidando un vantaggio di 14 punti a Cassino – rimarca il tecnico rossoblu – Contro i Bisceglie i ragazzi sono stati concentrati e sul pezzo per 40 minuti eseguendo tutto quello che gli avevamo chiesto dal punto di vista difensivo nel piano partita. E quando questo gruppo gioca con questa qualità e intensità in difesa ne guadagna anche la produzione offensiva. Abbiamo tirato meglio, anche da tre punti con percentuali discrete ma soprattutto c’è stata un’ottima circolazione di palla, i giocatori sono stati coinvolti tutti, ci sono state prestazioni importanti di alcuni di loro, non mi piace fare nomi, non ne ho mai fatti, ma due-tre giocatori hanno dato forti segnali di leadership di questo gruppo”.

Il CJ chiude quindi con un colpo di coda fondamentale un mini tour de force che l’ha vista affrontare tutte le prime tre in classifica, purtroppo con alterne fortune, ko con Torrenova e Agrigento ma prendendosi due punti vitali contro i Lions. Olive torna a rimarcare il fattore continuità: “Con Agrigento ci abbiamo provato, quel giorno non facevamo canestro contro di loro e non era facile perché erano in fiducia venendo da una striscia di vittorie ancora aperta; prima di Bisceglie, nei pochi giorni che hanno separato la trasferta di Cassino abbiamo parlato molto del nostro problema principale, riuscire a stare concentrati per 40 minuti con la testa in partita, abbiamo dimostrato finalmente di cosa siamo capaci quando stiamo focalizzati sulla gara senza cali di concentrazione”. Ed è così che coach Olive e tutto l’ambiente CJ Taranto vogliono rivedere la squadra domenica prossima a Molfetta per la gara che chiuderà il 2021 rossoblu prima della lunga sosta natalizia.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *