Gran Galà del Calcio Umbro: tra i premiati il direttore Corvino e il tecnico Baroni
17 giugno 2022
Mondiali Beach Volley: il bilancio del presidente Manfredi
18 giugno 2022

Brasilia (Brasile).  Ancora un successo azzurro in Volleyball Nations League all’Arena Nilson Nelson di Brasilia. Dopo la vittoria all’esordio con la Serbia per 3-1, le azzurre del CT Davide Mazzanti hanno avuto la meglio sulla Repubblica Dominicana al tiebreak (25-23; 20-25; 25-19; 16-25; 15-12). Fatica extra per l’Italia messa in grande difficoltà dalle dominicane perfette in difesa e protagoniste di un’ottima pallavolo offensiva. Per le azzurre si tratta comunque del quarto successo complessivo in VNL, risultato che tiene aperta la strada che porta verso la Final di Ankara. Domani le campionesse d’Europa in carica proveranno a piazzare la terza vittoria consecutiva a Brasilia contro la Germania. Appuntamento fissato per le ore 20:00 italiane in diretta su Sky Sport 1 e in streaming su NOW e Volleyball World Tv. 

 

LA CRONACA – Rispetto all’esordio con la Serbia l’Italia ha iniziato con Malinov in regia, Degradi e Guerra come schiacciatrici, Danesi e Chirichella centrali, Nwakalor opposto e De Gennaro libero. Le azzurre hanno impiegato qualche scambio per prendere ritmo mentre la Repubblica Dominicana ha trovato in Brayelin Martinez un riferimento offensivo. Danesi prima e Malinov poi hanno però tenuto bene le azzurre in scia facendo da apripista al sorpasso firmato Degradi e due errori consecutivi delle avversarie (12-9). L’attacco azzurro ha accusato qualche passaggio a vuoto mentre dall’altra parte della rete hanno preso ritmo Gonzalez Lopez e Brayelin Martinez (14-15). L’Italia ha faticato e non poco a trovare punti con Nwakalor e Guerra mentre le dominicane hanno continuato a difendere e murare bene andando a referto con una incontenibile Martinez (18-18). Una volta prese le giuste misure, e dopo aver subito un ultimo tentativo di rimonta dominicana (23-23), le azzurre sono però riuscite a portare a casa il primo set con due decisive giocate di Nwakalor (25-23).

Il canovaccio del match non è cambiato alla ripresa del gioco: la Repubblica Dominicana ha continuato a trovare belle difese ed attacchi precisi con Martinez e Pena. Quando poi anche Marte ha iniziato a pungere al servizio e sottorete, l’Italia si è ritrovata sotto 5-9. Nel momento di difficoltà le azzurre hanno ottenuto risposte da Degradi (mani out, muro e ace) per ricucire il gap nonostante le belle giocate sul fronte opposto di Pena e Gonzalez Lopez (9-10). L’Italia però non ha proseguito nel forcing concedendo troppi errori in attacco e ricezione. Gonzalez Lopez, Martinez e Pena hanno iniziato a prendere ritmo e l’Italia, nonostante qualche buona giocata di Chirichella, Guerra e Nwakalor si è ritrovata sotto 13-22. Gli ingressi in c ampo di Bonifacio, Lubian e Bosio hanno invertito il trend (break di 5-0 delle azzurre) non riuscendo però a completare la rimonta con le dominicane che hanno poi chiuso il secondo parziale con un muro di Mambru (20-25). Nel terzo set il CT Mazzanti ha dato fiducia a Bosio e Bonifacio ottenendo buone risposte in attacco anche da Guerra e Nwakalor (8-6). Le dominicane hanno continuato ad allungare ogni scambio con grandi difese ma l’Italia di un’efficace Nwakalor e di una solida Chircihella ha preso il largo (18-11) vanificando le giocate della 

centrale dominicana Geraldine Gonzalez. Le azzurre non si sono più fatte sorprendere (ultimi guizzi di Dominguez, Pena e Peralta) chiudendo i conti con l’attacco al centro di Bonifacio (25-19).   

L’inizio di quarto set è stato di marca dominicana: Jinery, Geraldine e Brayelin Martinez hanno spinto la Repubblica Dominicana sul 7-10. Sul 7-11 il CT Mazzanti si è giocato la carta Egonu, tenuta inizialmente a riposo, ma il contributo dell’opposto azzurro (subito 1 attacco vincente) non è bastato per tenere testa alle scatenate Martinez e Pena che sono riuscite a portare il match al tiebreak (16-25).

Nel quinto set si è scatenata Paola Egonu: l’opposto azzurra ha messo a segno 3 punti per prendere ritmo (7-4) scalfendo le convinzioni delle dominicane. Egonu con Bosetti e Bonifacio ha piazzato il break decisivo (13-8) che ha permesso alle ragazze del CT Davide Mazzanti di chiudere il match (15-12).

 

Davide Mazzanti – “Su tante cose abbiamo faticato – ha ammesso il CT Davide Mazzanti – abbiamo scelto male i colpi d’attacco e questo ce lo siamo portati per tutta la partita. Poi loro hanno difeso tantissimo in una partita fatta di tanti contrattacchi con i loro attaccanti che hanno fatto cose ottime mentre noi con palla alta abbiamo faticato e fatto scelte non sempre buone. La vittoria però era fondamentale perché noi siamo reduci dalla Pool di Ankara dove abbiamo ottenuto due successi e in chiave Final diventa importante fare risultato. È stata sicuramente una vittoria sofferta, sicuramente ci manca ancora 

ritmo partita perché abbiamo fatto fatica a stare nell a partita. Dobbiamo recuperare perché giochiamo presto e dobbiamo farci trovare pronti per la Germania. Non importa chi sia l’avversario ma come approcceremo alla partita perché adesso diventa fondamentale saper gestire energie mentali e fisiche”.

 

Anastasia Guerra – “Era importante portare a casa il risultato – ha dichiarato la schiacciatrice azzurra – al momento ci manca il ritmo gara e l’amalgama. Domani torniamo a giocare e questo forse è un bene anche c’è tanto da fare nei prossimi giorni per migliorare il nostro gioco. Le dominicane hanno fatto bene in muro difesa e poi sono state molto brave nelle scelte offensive. Noi invece siamo state poco incisive ma ribadisco, in un match come questo, l’importante è aver portato a casa il risultato. Adesso dobbiamo subito resettare, riposare bene e poi approcciare bene al prossimo match con la Germania”.

 

Sara Bonifacio – “La Repubblica Dominicana ha giocato molto bene rendendo la partita molto dura – ha aggiunto la centrale, Sara Bonifacio – abbiamo fatto fatica in attacco e questo ha dato morale alle nostre avversarie che invece giravano molto bene. Poi ci siamo sistemate trovando ritmo in attacco e allora siamo riuscite a venire a capo di una partita che ci ha messo in serissima difficoltà. Tutte abbiamo voglia di giocare e di dare il nostro contributo in una 

competizione molto serrata come la VNL. Domani c’è la Germania e dovremo essere brave a riposare e ripartire per affrontare al meglio la Germania”.

 

Tabellino: ITALIA – REPUBBLICA DOMINICANA 3-2 (25-23; 20-25; 25-19; 16-25; 15-12)

ITALIA: Guerra 18, Chirichella 6, Malinov 3, Degradi 10, Danesi 3, Nwakalor 10, De Gennaro (Libero), Lubian, Bonifacio 9, Bosio, Fersino, Bosetti 4, Egonu 8. N.E.: Sylla. All. Mazzanti

REPUBBLICA DOMINICANA: Pena 19, Gonzalez G. 7, Gonzalez Lopez 16, Martinez J. 11, Martinez B. 16, Marte 3, Martinez Y. (Libero), Peralta 3, Dominguez, Mambru 1, Guillen. N.E.: Rabit, Hinojosa e Martinez L. All. Kwiek

Arbitri: Ivanov Ivaylo (Bul) e Rene Karina Noemi (Arg)

Durata: 30’, 33’, 26’, 24’,

Spettatori: 2300

Italia: a 2, bs 12, m 13, et 14.

Repubblica Dominicana: a 4, bs 16, m 9, et 12.

Risultati Pool 3 – Brasilia (Brasile)

Prima giornata

Olanda – Germania 1-3 (20-25; 19-25; 25-12; 22-25)

Italia – Serbia 3-1 (21-25; 25-14; 25-15; 25-20)

Seconda giornata

Rep. Dominicana – Corea Del Sud 3-0 (25-21; 25-17; 25-13)

Brasile – Turchia 3-1 (19-25; 25-23; 25-23; 25-23)

Terza giornata

Serbia – Corea del Sud 3-0 (40-38; 25-22; 25-22)

Italia – Rep. Dominicana 3-2 (25-23; 20-25; 25-19; 16-25; 15-12)

Olanda – Brasile (da disputare)

 

Risultati Pool 4 – Quezon City (Filippine)

Prima giornata

Canada – Thailandia 0-3 (19-25; 22-25; 24-26)

Giappone – Polonia 3-0 (25-21; 25-21; 25-21)

Seconda giornata

Bulgaria – USA 0-3 (20-25; 22-25; 20-25)

Cina – Belgio 3-0 (25-19; 25-22; 25-14)

Terza giornata

Polonia – Thailandia 3-2 (22-25; 27-29; 25-16; 25-16; 15-13)

Canada – Belgio 3-1 (25-22; 25-21; 22-25; 25-22)

Bulgaria – Giappone 0-3 (20-25; 16-25;23-25)

 

Il calendario completo della Pool 3

Week 2 (Brasilia, Brasile)

16 giugno: Serbia – Corea del Sud ore 20:00

16 giugno: Italia-Rep. Dominicana ore 23:00 (diretta Sky Sport 1 e in streaming NOW)

17 giugno: Olanda – Brasile ore 02:00

17 giugno: Germania – Italia ore 20:00 (diretta Sky Sport 1 e in streaming NOW)

17 giugno: Serbia – Turchia ore 23:00

18 giugno: Olanda – Rep. Dominicana ore 02:00

18 giugno: Italia – Brasile ore 20:00 (diretta Sky Sport 1 e in streaming NOW)

18 giugno: Germania – Turchia ore 23:00

19 giugno: Olanda – Corea del Sud ore 02:00

19 giugno: Brasile – Serbia ore 15:00

19 giugno: Germania – Rep. Dominicana ore 18:00

*orari italiani

Il calendario completo della Pool 4

Week 2 (Quezon City, Filippine)

16 giugno: Polonia – Thailandia ore 05:00

16 giugno: Canada – Belgio ore 09:00

16 giugno: Bulgaria – Giappone ore 13:00

17 giugno: Polonia – USA ore 05:00

17 giugno: Cina – Canada ore 09:00

17 giugno: Giappone – Thailandia ore 13:00

18 giugno: Bulgaria – Canada ore 05:00

18 giugno: Belgio – Polonia ore 09:00

18 giugno: USA – Cina ore 13:00

19 giugno: Bulgaria – Belgio ore 05:00

19 giugno: Thailandia – USA ore 09:00

19 giugno: Giappone – Cina ore 13:00

*orari italiani

 

Classifica generale provvisoria

Giappone 6 vittorie (17 pt), Cina 4 vittorie (13 pt), USA 4 vittorie (12 pt), Brasile 4 vittorie (12 pt), Serbia 4 vittorie (12 pt), Thailandia 4 vittorie (11 pt), Italia 4 vittorie (11 pt), Polonia 4 vittorie (10 pt), Turchia 3 vittorie (9 pt), Canada 3 vittorie (9 pt), Germania 2 vittorie (8 pt) Rep. Dominicana 1 vittoria (4 pt), Belgio 1 vittoria (2 pt), Bulgaria 1 vittoria (2 pt), Olanda 0 vittorie (2 pt), Corea del Sud 0 vittorie (0 pt).

 

La Volleyball Nations League femminile 2022 in TV

streaming

I match delle azzurre in VNL saranno trasmessi in diretta su Sky Sport 1 (telecronaca di Stefano Locatelli e commento tecnico di Rachele Sangiuliano) e in streaming su NOW mentre tutte le partite di VNL 2022 saranno visibili sulla piattaforma di streaming a pagamento Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv

Link per accesso a Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv QUI

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *