Di Cosmo per il centrocampo della Virtus Francavilla
5 ottobre 2020
Eurovolley under 20: sette positivi al Covid
6 ottobre 2020
APULIA TRANI 1
 
LECCE WOMEN 1
 
 
Apulia Trani: Mariano, Spallucci (1′ st Cottino), Palmisano, Chiapperini, Batista (40′ pt Gargano; 27′ st Manzi), Sgaramella, Corso B. (27′ st Corso M.), Vitobello, Corvasce, Ventura, Delvecchio. In panchina: Dellatte, Fracchiolla, Mallardi, Lopetuso, Manta. Allenatore Cosimo Francischiello.
 
Lecce Women: Shore, Sozzo, Felline, Guido, De Benedetto (28′ st Durante), Bergamo (45′ st Maci), Delev, Cazzato, Margari (18′ st Chirizzi), Marsano, Polo (28′ st Carrafa A.). In panchina: Rizzon, Cucurachi, Viva, Vitti. Allenatrice Vera Indino.
 
Arbitro: Iurato di Venosa.
 
Marcatrici: nel st 10′ Marsano (L); 20′ Sgaramella (T).
 
Note: gara giocata a porte chiuse. Ammonite: Spallucci, Cottino, Delvecchio (T); Felline (L). Recupero: pt 1′; st 4′.
 
 Non è bastato al Lecce Women un gol realizzato in apertura del secondo tempo da Asia Marsano per espugnare il comunale di Trani e conquistare l’accesso agli Ottavi di finale di Coppa Italia. Sono infatti per tranesi a passare il turno grazie al gol in più segnato nella sfida contro il Catanzaro. E sì, perché Lecce e Trani hanno chiuso il triangolare di Coppa con gli stessi punti (4), la stessa differenza reti (+5) ma l’ha spuntata il Trani grazie ai 7 gol rifilati al Catanzaro (7-2) contro i 6 del Lecce (6-1).
 
“Complimenti al Trani, io mi tengo stretta la prestazione delle ragazze che hanno provato a vincere la partita fino alla fine – ha detto l’allenatrice Vera Indino -. La partita si è svolta praticamente nei pressi dell’area di rigore delle biancazzurre, purtroppo non siamo state brave a concretizzare le tante occasioni da rete create. Le nostre avversarie invece hanno approfittato dell’unica incertezza difensiva per realizzare la rete del pareggio. E’ il calcio e bisogna accettare il verdetto del campo”. Va detto che il Lecce Women si è presentato a Trani privo di alcune pedine di fondamentale importanza come Cucurachi e Costadura oltre alla lungodegente D’Amico il cui rientro è previsto per il mese di dicembre. “Cucurachi e Costadura avevano accusato alcuni problemi muscolari nel corso della settimana e sinceramente non me la sono sentita si rischiarle a una settimana dall’inizio della settimana. Le ragazze avevano dato pure la loro disponibilità ma d’intesa con lo staff medico abbiamo deciso di preservarle per il campionato”, conclude Indino.
 
Ora testa al campionato: domenica l’esordio delle giallorosse sul campo della Ternana. La partenza per l’Umbria sarà anticipata dalla presentazione ufficiale della squadra: appuntamento venerdì 9 ottobre, alle ore 13.30, presso la sala ricevimenti “Mille e una notte”, a Sternatia.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *