FCI-Cs:Varato il Calendario Strada Elite/U23 e Juniores.
31 dicembre 2020
SuperLega: Piacenza – Modena rinviata per problemi infrastrutturali
3 gennaio 2021

Finisce con un altro record il 2020 di Eyob Faniel. L’azzurro eguaglia il primato italiano nei 10 chilometri di corsa su strada con il tempo di 28:08 a Madrid, piazzandosi al secondo posto nella San Silvestre Vallecana. Pareggiato il crono ottenuto all’inizio dell’anno, il 12 gennaio, da Daniele Meucci a Valencia. Per il 28enne vicentino delle Fiamme Oro è la seconda impresa da record nella stagione, dopo aver stabilito quello di maratona con 2h07:19 il 23 febbraio a Siviglia, sempre in Spagna. Ed è anche il secondo primato nazionale in questo 31 dicembre, a poche ore dal 13:20 sui 5 km di Yeman Crippa alla BOclassic. Nella capitale iberica l’atleta allenato da Ruggero Pertile coglie l’obiettivo che aveva sfiorato due volte in settembre correndo in 28:12 a Lens, in Francia, e poi in 28:10 a Monza. Vittoria al keniano Daniel Simiu Ebenyo con 27:41 mentre chiude terzo in 28:13 lo statunitense Paul Chelimo, argento olimpico dei 5000 metri. Diciannovesimo l’altro azzurro Stefano La Rosa (Carabinieri) con 29:29.

È l’ennesima prova di valore per Faniel che quest’anno è cresciuto anche nella mezza maratona con 1h00:44 in gennaio a Siviglia, diventando il terzo italiano di ogni epoca sulla distanza. La classica corsa di Madrid stavolta si disputa in circuito, a numero chiuso e senza la consueta cornice di pubblico, con quattro giri di due chilometri e mezzo. A metà gara quando va in fuga il keniano Ebenyo (autore di un 27:18 tre mesi fa a Berlino) l’azzurro si lancia all’inseguimento e poi con l’occhio al cronometro difende la seconda posizione. Quarto l’olandese Mike Foppen (28:14) davanti allo spagnolo Ouassim Oumaiz (28:35) in una serata piuttosto fredda nella manifestazione targata World Athletics Gold Label. Tra le donne si impone l’etiope Yalemzerf Yehualaw, bronzo iridato di mezza maratona, con 31:17 al termine dei 10 chilometri. Sul podio anche la maratoneta keniana Ruth Chepngetich, 31:50 per la campionessa del mondo di Doha, e la 19enne Alessia Zarbo (33:00), francese di papà italiano.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *