A.C. Nardò: Le decisioni del Giudice Sportivo dopo le gare dell’undicesimo turno.
13 gennaio 2021
HAPPY CASA BRINDISI: VITTORIA E PLAYOFFS: IL CIELO SOPRA ISTANBUL È BIANCOAZZURRO!
14 gennaio 2021

“Sento tanta fiducia da parte dei ragazzi, per loro sono un punto di riferimento e anche per i genitori”
Marco Casula è uno dei perni principali della Virtus Taranto, la creatura forgiata da mister Fabio Buonafede per i nuovi talenti calcistici. Talentuoso, ma già esperto, il tecnico ionico fa il punto della situazione:
Superate le festività Natalizie come si articolerà il programma di lavoro della Virtus Taranto?
Purtroppo la situazione e l’emergenza legata al Covid-19 non è cambiata. Di conseguenza quindi siamo ancora costretti a limitare le nostre attività a livello individuale.
Avete riscontrato presenza e attenzione in questo periodo da parte dei ragazzi? Il periodo pandemico può aver frenato il processo di crescita?
Settimana dopo settimana il gruppo cresce. Ormai siamo di nuovo al completo, i bambini e i genitori, ognuno per le proprie ragioni, non ne possono più. Ci stanno dimostrando fiducia, perché tutto avviene nel rispetto delle regole. Certo le partite mancano e anche l’aspetto agonistico. La partita è il risultato dei tanti allenamenti ed è un aspetto che manca anche a noi.
Da un punto di vista umano, oltre che professionale, quanto la sta arricchendo lavorare con i bambini e che tipo di rapporto ha?
Quando mi iscrissi al corso per il patentino da allenatore, l’unico sogno era quello di allenare. Agonisticamente. Non ho mai pensato alla scuola calcio. I corsi con il docente Mestripieri mi hanno trasformato. Sento tanta fiducia da parte dei ragazzi, per loro sono un punto di riferimento e anche per i genitori. Spesso ci sentiamo anche per cose extra calcistiche e questo mi inorgoglisce.
Come si sta trovando nella Virtus Taranto? Può essere per lei un importante trampolino di lancio nella sua carriera?
Con mister Buonafede mi lega una grande amicizia. Siamo molto in sintonia perché entrambi vogliamo crescere, nello specifico lui come società e io nel mio ruolo di allenatore.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *