Europei di ciclismo: Ganna d’argento
11 settembre 2021
Eurovolley: domani la sfida alla Lettonia
11 settembre 2021

L’Italia batte anche la Repubblica Ceca con il punteggio di 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-22) e chiude imbattuta la prima fase a punteggio pieno in virtù di cinque successi in altrettanti incontri. Giannelli e compagni, già da ieri certi del primato nel raggruppamento B, affronteranno negli ottavi di finale, domenica alle ore 16 (diretta TV Rai Tre e DAZN) ancora qui a Ostrava, la Lettonia arrivata quarta nella pool D.
Anche oggi la giovane formazione tricolore si è resa protagonista di una prova di grande maturità esprimendo come di consueto un’ottima qualità di gioco frutto di una notevole organizzazione e capacità di gestione delle fasi clou anche dopo aver ceduto qualcosa nel terzo set vinto dai cechi ed aver sofferto molto nel finale del quarto. Ora Giannelli e compagni avranno a disposizione due giorni per preparare al meglio la prima sfida da dentro o fuori di questa rassegna continentale nella quale hanno già fatto vedere cose davvero interessanti.
De Giorgi anche per questo ultimo match della prima fase ha schierato il consueto schieramento che prevede la diagonale Giannelli-Pinali, Lavia e Michieletto i martelli, Galassi e Anzani i centrali con Balaso libero. Repubblica Ceca schierata con Bartunek in palleggio, Finger opposto, Galabov e Vasina gli schiacciatori, Sedlacek e Polak i centrali con Monik libero.
Primo set iniziato con i padroni di casa galvanizzati dalla spinta del proprio pubblico, ma azzurri in grado di reagire al primo momento di lieve difficoltà con la consueta organizzazione di gioco e capacità di controllo; fattori che ha permesso loro di riportarsi avanti sul 20-15, vantaggio poi amministrato fino al 25-20 che ha decretato l’1-0 anche se nelle fasi finali qualche errore gratuito di troppo (saranno 6 nel parziale) aveva permesso ai cechi di rifarsi parzialmente sotto.
Secondo set ancora con i padroni di casa decisi a non mollare e pronti a dare battaglia (7-9, 8-11) difendendo ogni pallone. Giannelli e compagni, però, hanno continuato a macinare gioco esprimendo sempre tanta qualità in ricezione, nell’organizzazione generale e dando sempre l’impressione di non subire la pressione. De Giorgi ha poi inserito Bottolo al posto di Lavia con le due squadre che hanno continuato a giocare appaiate (16-16, 20-20) fino alle battute conclusive quando gli azzurri hanno piazzato l’allungo decisivo grazie a due ace consecutivi di Pinali che hanno decretato il 2-0 (25-21).
Terzo parziale ancora con Bottolo in sestetto e Italia costretta a inseguire in avvio (9-15); con il passare dei minuti i padroni di casa hanno aumentato il loro vantaggio (10-18), De Giorgi ha poi inserito anche Cortesia con la sua squadra che si è rifatta sotto accorciando progressivamente lo svantaggio (17-21, 18-22, 19-22, 20-22) fino al -2. Nel finale azzurri ancora sotto di 2 lunghezze (21-23), ma un errore al servizio di Cortesia ha regalato ai cechi la prima palla set poi annullata (22-24). A quel punto un ace di Pinali è valso il -1 (23-24), ma la rincorsa tricolore si è fermata proprio a quel punto (23-25) a causa di un errore al servizio dello stesso opposto azzurro.
Nel quarto il CT italiano ha reinserito il consueto sestetto ottenendo la reazione che cercava da parte dei suoi uomini passati al comando (16-8); con il passare dei minuti i ragazzi italiani sono stati bravi a gestire il parziale ritorno degli avversari (18-14, 20-17, 20-18, 21-19) e a vincere questa loro quinta partita in condizioni ambientali non certo facili grazie al 25-22 conclusivo.   

MATTIA BOTTOLO: “La vittoria di questa sera è davvero importante per noi, la quinta consecutiva in condizioni ambientali non semplici e questo naturalmente ci rende molto felici perché vediamo i frutti del nostro lavoro. Poi vincere in un ambiente così caldo è stato emozionante dato che veniamo da un periodo complicato nel quale non siamo più abituati a sentire il calore della gente. Siamo riusciti a gestire i momenti difficili e soprattutto a uscire bene dalle difficoltà riscontrate dimostrando carattere. A noi fa bene soffrire in questo modo perché queste sono le gare che ci permetteranno di crescere e migliorare. Domenica daremo tutto come sempre perché ci aspetta la prima gara da dentro o fuori e non vogliamo farci trovare impreparati”.

LORENZO CORTESIA: “E’ stata una bella partita perché abbiamo saputo soffrire quando le cose si erano messe male dopo un ottimo avvio, sapevamo che non sarebbe stato semplice affrontarli con il loro pubblico molto caloroso. Queste partite ci fanno davvero bene, la pressione è un elemento di cui abbiamo bisogno per crescere e migliorarci; l’importante era portarla a casa e noi ci siamo riusciti. Esordire in questi Europei per me è stata una grande emozione, soprattutto in un contesto con un pubblico di questo genere. Ora il gioco si fa duro e noi dovremo approcciare alla situazione in maniera ancora più aggressiva di quanto fatto finora”.

ITALIA-REPUBBLICA CECA: 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-22)
ITALIA: Giannelli 5, Pinali 20, Galassi 10, Anzani 14, Michieletto 22, Lavia 6, Balaso (L). Bottolo 3, Sbertoli, Cortesia. Ne: Romanò, Ricci Recine, Piccinelli (L). All: De Giorgi
REPUBBLICA CECA: Finger 22, Galabov 6, Vasina 18, Bartunek 3, Sedlacek 4, Polak 11, Monik (L). Licek 2, Hadrava, Janouch, Patocka 1. Ne: Pfeffer (L), Zajicek, Bartos. All: Novak
Arbitri: Cambre (BEL), Porvaznik (SVK)
Spettatori: 3675 Durata set: 27’, 30’, 35’, 31’
Italia: a 10 bs 13 mv 14 et 21
Repubblica Ceca: a 4 bs 10 mv 9 et 18

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *