Un calcio al bullismo
20 novembre 2021
Taranto: per Diaby necessario l’intervento
20 novembre 2021

Non bastano due set ad alta intensità alla Gioiella Prisma Taranto: i campioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova si impongono per 3-0 (25-21, 25-20, 25-12) sulla formazione ionica nell’anticipo della 10^ giornata del campionato di Superlega Credem Banca.

IL MATCH. La Cucine Lube Civitanova di Blengini scende in campo con De Cecco in cabina di regia, Garcia opposto, Kovar-Lucarelli schiacciatori, Anzani e Simon centrali e Balaso libero. Di Pinto risponde col classico starting-six: Falaschi in palleggio, Sabbi opposto, Randazzo-Joao schiacciatori, Alletti-Di Martino centrali e Laurenzano libero.

Avvio deciso della Lube: break di 4-0 con Lucarelli e Simon. È Randazzo a mettere a segno il primo punto per la Gioiella Prisma Taranto; Kovar risponde con una pipe vincente (5-1). Alletti mura Lucarelli; il brasiliano mette a segno il punto vincente con un diagonale. Taranto accorcia con Joao Rafael e l’ace di Randazzo (6-4), poi Anzani interrompe il mini-break positivo degli ionici. Garcia piazza l’ace dell’8-4, Sabbi attacca fuori il potenziale -3 e costringe Di Pinto a chiedere la sospensione sul 9-4. Alletti mura Garcia, Anzani e Lucarelli riportano sul +6 Citivanova (11-5). Il tecnico degli ionici sostituisce Sabbi con Stefani. La Lube continua a macinare gioco: Garcia risponde a Joao e i marchigiani volano sul +6 (14-8). Alletti prova a scuotere la Gioiella con due punti consecutivi, intervallati da un attacco out di Stefani; Randazzo mette a segno l’ace del 15-11, poi sbaglia sul servizio successivo. Lo stesso schiacciatore catanese sigla il 16-12 in pipe; Garcia gioca col muro e riporta sul +5 Citivanova (18-13). De Cecco regala il 18-14 a Taranto; Simon allunga nuovamente prima dell’attacco vincente, in primo tempo, di Di Martino. Sul 20-16 si fa male Stefani nei rossoblù: problema alla caviglia per lui. Rientra in campo Sabbi. Randazzo segna il -3 (20-17) con Blengini costretto a chiedere timeout. Sabbi sbaglia in battuta, Simon piazza l’ace del 22-17 che costringe Di Pinto alla seconda sospensione. Randazzo e Joao piazzano un mini-break di 2-0, riportando Taranto col fiato sul collo della Lube: 22-19. Kovar realizza con un attacco in parallela, Garcia con un diagonale regala cinque punti set a Civitanova. Lo stesso Garcia sbaglia in battuta (24-20). Dosanjh subentra al posto di Falaschi per alzare il muro ma Garcia è letale e chiude i conti sul 25-20. 

Joao Rafael manda out il primo attacco del secondo set, Sabbi pareggia subito i conti (1-1). Randazzo sbaglia in battuta, Di Martino pareggia; poi Randazzo commette invasione (3-2). Servizio sbagliato anche da Lucarelli, Sabbi piazza l’ace del sorpasso (3-4), poi Simon pareggia i conti con un primo tempo (4-4). Simon e Randazzo si murano a vicenda (5-5). La partita diventa equilibrata: Lube e Gioiella si rispondono punto dopo punto (8-8). Joao prova a forzare: ace e battuta errata. Randazzo riporta sul +1 Taranto, Di Martino sbaglia dalla linea dei nove metri (10-10). Garcia perfora il muro della Gioiella Prisma Taranto, Simon mura Sabbi dopo l’attacco vincente di Alletti (12-11). Anzani attacca centralmente e riporta sul +2 la Lube (13-11): Di Pinto interrompe con un timeout. Dopo un lungo scambio, Alletti mette a terra il 13-12; risponde Anzani con un primo tempo vincente. Lube fallosa in battuta con Garcia. Taranto, con servizio e muro, rimane aggrappata ai campioni d’Italia: Sabbi mura Kovar che attacca fuori anche il pallone successivo (15-16). La Gioiella non riesce a mantenere il vantaggio: Simon attacca centralmente, Randazzo pareggia (18-18). Simon riporta in avanti la Lube, Lucarelli piazza l’ace del 20-18 ma sbaglia il successivo servizio (20-19). Blengini vuole riorganizzare le ultime fasi del set e chiama timeout. Sabbi commette un errore al servizio, Anzani piazza il 22-19: stavolta è Di Pinto a chiedere l’interruzione del gioco. Garcia porta sul +4 la Lube (23-19); Simon e Randazzo sbagliano i successivi servizi in battuta (24-20). Joao annulla il primo set-point; entra Dosanjh al posto di Falaschi per alzare il muro ma Anzani chiude con un primo tempo sul 25-21.

Break iniziale di 2-0 per la Lube causato da una palla accompagnata di Sabbi e la diagonale vincente di Lucarelli. De Cecco piazza l’ace del 3-0: Di Pinto chiama subito timeout. Sabbi attacca out: 4-0. De Cecco sbaglia in battuta e regala il primo punto a Taranto: 4-1. Simon porta sul +4 la Lube (6-2) prima dell’errore al servizio. Anche Randazzo, dai nove metri, non va a segno (7-3). Entra Gironi al posto di Randazzo per dare una scossa alla Gioiella Prisma Taranto. Falaschi segna con un appoggio di seconda (7-4), Garcia ristabilisce le distanze. Gli ionici non mollano: Di Martino realizza con un primo tempo, risponde ancora Garcia (9-5). Anzani manda in rete, Garcia spara out e permette ai rossoblù di andare sul -2 (9-7). L’errore in battuta di Joao e il muro di Simon su Gironi riportano la Lube sul +4 (11-7). De Cecco piazza l’ace; sulla battuta dell’argentino, Gironi riceve male e la Lube ne approfitta (13-7). Torna Randazzo in campo al posto dello schiacciatore rossoblù. Sabbi segna il 13-9, Lucarelli attacca sulle mani di Randazzo (14-9). Sabbi, con un diagonale, prova a eludere il muro di Simon ma manda out (15-9); Randazzo viene murato da Garcia e la Lube scappa sul 16-9 con Di Pinto che usa il secondo timeout. Garcia è una spina nel fianco: nuovo attacco vincente a segno. Il break positivo dei marchigiani viene interrotto dall’ex Randazzo, Kovar punge ancora nella difesa ionica. Escono Falaschi e Sabbi per Dosanjh e Palonsky. Kovar e Anzani portano sul +9 la Lube (20-11). De Cecco segna il 21-12. Cambi anche per Civitanova, con Yant che entra al posto di Lucarelli: ace immediato su Joao e attacco vincente dalla seconda linea (23-12). Nuovo ace dello schiacciatore cubano che regala ben dodici match point: la Cucine Lube Civitanova, grazie all’invasione di Joao, vince 25-12 il terzo set e ottiene il quinto successo consecutivo.

La Gioiella Prisma Taranto osserverà, nel prossimo weekend, un turno di riposo: la squadra di coach Di Pinto tornerà in campo mercoledì 24 novembre, al PalaMazzola, contro l’Itas Trentino. L’inizio del match è fissato per le ore 20.30.

CUCINE LUBE CIVITANOVA-GIOIELLA PRISMA TARANTO 3-0

PARZIALI: 25-20, 25-21, 25-12

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia 16, Kovar 5, Sottile ne, Marchisio 0, Juantorena ne, Jeroncic (L), Balaso (L), Lucarelli 10, Penna ne, Diamantini 0, Simon 9, De Cecco 4, Anzani 5, Yant 3. All.: Blengini.

GIOIELLA PRISMA TARANTO: Stefani 0, Laurenzano (L), Alletti 6, Falaschi 2, Randazzo 13, Joao 4, Gironi 0, Sabbi 6, Pochini (L), Freimanis ne, Di Martino 5, Dosanjh 0, Palonsky 1. All.: Di Pinto. 

ARBITRI: Brancati-Luciani. NOTE – Durata set: 28’, 31’, 23’.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *