La Prisma Taranto conferma la SuperLega
14 marzo 2022
Grandi Eventi Sportivi: torna il bando della Regione Puglia
16 marzo 2022
Vis Mediterranea: (4-4-2): Pascale, Paolillo, Cozzolino, Petrosino, Di Palma; Minella, D’Arco, Sabatino, Olivieri; Adinolfi (9’st Gorrasi), Cuomo. In panchina: Severino, Boccia, Donnarumma, Galdi, Calvanese. Allenatrice: Valentina De Risi.
 
Lecce Women (4-3-3): Alexandersson; Coluccia, Bengtsson, Felline, Rollo (29’st Bocchieri); Guido, Jusanovic, De Benedetto; Marsano (25’ st Bergamo), D’Amico, Cazzato (40’st Potenza). In panchina: Serio, Durante, Monno, Pomes, Ouacif, Potenza, Spedicato. Allenatrice Vera Indino.
 
Arbitro: Morello di Tivoli.
 
Marcatrice: nel st 42’ Cuomo (M).
 
Note: spettatori circa 150. Ammonite: Cuomo (M), Bengtsson (L). Angoli: 3-9. Recupero: pr 1′; st 4′.
 
 
 
Incredibile sconfitta del Lecce Women nel recupero della dodicesima giornata in casa della Vis Mediterranea Soccer. Alle giallorosse non è bastato dominare l’incontro dall’inizio alla fine per portare a casa la vittoria. Dopo aver fallito almeno nove occasioni nitide da rete nel finale, a tre minuti dal novantesimo, la salernitana Cuomo ha approfittato degli errori a catena della difesa leccese per depositare alle spalle di Alexandersson la palla dell’insperata vittoria. “E’ la legge del calcio – dice con amarezza l’allenatrice del Lecce Women, Vera Indino -. Avremmo potuto vincere a mani basse in virtù delle tante occasioni create, sia nel primo che nel secondo tempo, ed invece siamo costrette a commentare una sconfitta che fa molto male”. La responsabile tecnica della squadra giallorossa è molto critica nei confronti della sua squadra. “Sinceramente avrei preferito perdere dopo aver giocato una brutta partita, sarebbe stato meno doloroso. Sono molto arrabbiata con le mie ragazze perché non si può gettare al vento un’occasione come questa. Se in attacco abbiamo sbagliato l’impossibile, in difesa abbiamo fatto addirittura peggio servendo su un piatto d’argento l’occasione della rete alle nostre avversarie. Ora mi aspetto una grande reazione perché domenica affronteremo la prima della classe e la mia squadra dovrà uscire dal campo a testa alta, dopo aver dato tutto”. Va detto che a Siano il Lecce Women si è presentato privo di due-terzi del centrocampo titolare alla luce della contemporanea assenza di Lech e Prambrant. Sono rientrate invece dopo mesi di assenza Guido e Bergamo: la prima non giocava da novembre per un infortunio subito nel match contro il Chieti mentre la seconda era reduce dall’intervento per la ricostruzione del legamento crociato. Domenica 20 marzo al comunale di Castrignano de’ Greci match di lusso contro la capolista Chieti. Fischio dì’inizio alle ore 14.30.
 
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *