Stop interno per la Virtus Francavilla
20 marzo 2022
Leo Shoes Casarano sconfitta con Tuscania
20 marzo 2022

Non riesce l’impresa all’Allianz Cloud. La Gioiella Prisma Taranto deve arrendersi per 3-1 (25-17, 23-25, 25-18, 25-20) contro l’Allianz Powervolley Milano nell’ultima giornata della regular season, nonostante una buona prova messa in campo nel secondo e terzo parziale. Alla squadra tarantina non bastano i 13 punti di Stefani e Joao Rafael per agguantare i playoff scudetto e chiudono il campionato in decima posizione. I rossoblu, però, si qualificano per i playoff per il quinto posto, dove attenderanno le formazioni sconfitte della prima fase dei Quarti di Finale per conoscere le avversarie che affronteranno a partire dal prossimo 17 aprile. 

 

IL MATCH. Coach Di Pinto conferma lo stesso starting-six che ha regalato la salvezza contro Modena. Il tecnico degli ionici parte con capitan Falaschi in palleggio, Stefani opposto, Joao Rafael e Randazzo schiacciatori, centrali Alletti e Di Martino con Laurenzano libero. Risponde coach Piazza con Porro in cabina di regia, Romanò opposto, Ishikawa e Jaeschke schiacciatori, Piano e Mosca centrali, il libero Pesaresi.

 

Milano parte subito forte con ottimi muri da parte di Piano, poi di Martino attacca out per il 6-3. Dopo l’ace di Romanò, mister Di Pinto chiama subito il primo timeout. Al rientro Stefani mette a terra la palla del 7-4, poi due ace di Jaeschke permettono ai lombardi di portarsi sul 10-4. È di Joao il punto del 10-5. L’attacco di Mosca firma il 12-6. Una pipe di Joao permette di rosicchiare un altro punto 13-7. Ischikawa firma il 17-9 in pipe. Staforini, dai nove metri, realizza il +10 (19-9). Taranto si affida a Stefani e Joao Rafael per rosicchiare qualche punto, Alletti riporta sul -7 Taranto con l’ace del 19-12. Milano, per., non si disunisce e con Jaeschke e Romanò mantiene il vantaggio. Ishikawa spara out per il 24-17. Poi Stefani sbaglia il servizio per il 25-17. 

Il secondo parziale si apre con l’attacco in parallela di Ishikawa. Romanò commette invasione a muro: 1-1. Mosca passa col primo tempo, Stefani pareggia (2-2). Mosca colpisce male e regala il primo vantaggio del match: 2-3. Stefani attacca su Ishikawa e porta sul +2 gli ionici: 2-4. Staforini segna per Milano, Alletti attacca centralmente: 3-5. Errore al servizio di Randazzo, poi Joao Rafael attacca sul muro (4-6). L’attacco in pipe, di seconda, di Randazzo viene murato dal muro milanese: 5-6. Stefani sfiora l’asta e regala il pareggio ai lombardi; Jaeschke piazza l’ace sull’opposto tarantino e opera il sorpasso. La battuta successiva termina di poco fuori: 7-7. Romanò riporta avanti Milano, poi Stefani non riesce a giocare sul muro: 9-7. Joao Rafael si fa murare da Mosca per il 10-7 dei lombardi, poi Piano sbaglia la battuta in float. Randazzo tiene Taranto attaccata per il 12-11. Una ricezione imprecisa dei rossoblù consente il 14-11. Alletti mura Jaeschke e Taranto impatta 14-14. Muro di Piano su Alletti consente di nuovo il vantaggio 16-14. Falaschi mura Jaeschkee riconquista la parità. Un muro su Patry permette il sorpasso della Prisma 17-18. Un pallonetto di Joao e Taranto si riporta sopra, 18-19. Patry sbaglia il servizio per il 19-20. Romanò passa per il 20-20. Randazzo firma il 20-21. Mosca in primo tempo per il 21-21. Alletti passa per il 21-22. Ace di Gironi per il 21-23. Poi sbaglia per il 22-23. Romanò sbaglia 22-24. Jaeschke conquista il 23-24. Joao Rafael conquista il punto del 23-25.

Il terzo parziale comincia sempre all’insegna del punto a punto, con un ottimo muro di Di Martino su Ishikawa. Romanò mette a terra l’8-7, ma Randazzo fa mani-out per l’8-8. Stefani attacca out e Milano fa un break, 10-8 poi Joao Rafael mette a terra una pipe e Randazzo impatta sull’11-11. Ishikawa elude il muro tarantino, Alletti pareggia nuovamente. Ancora Ishikawa a segno, al quale risponde Joao Rafael in diagonale (13-13). Romanò trova il sorpasso, poi con un attacco in diagonale stretta manda out. Patry col primo tempo sorprende la ricezione tarantina, poi sbaglia il servizio (15-15). Jaeschke passa ancora, poi Randazzo si becca il muro di Mosca (17-15). Milano conquista il +3 con una palla dubbia contesa a rete, con Porro che anticipa Randazzo. Romanò piazza l’ace su Joao Rafael del 19-15, poi segna il secondo consecutivo su Stefani: 20-15 e timeout chiesto da Di Pinto. Al rientro, Stefani gioca sul muro e riporta sul -4 Taranto ma sbaglia la battuta successiva: 21-16. Jaeschke manda out il servizio. Entra Gironi per Randazzo al servizio: lo schiacciatore manda in rete (22-17). Errore di Joao Rafael in attacco, poi Staforini piazza l’ennesimo ace dell’incontro: 24-17 e sette set point. Coach Di Pinto si gioca il secondo timeout. Stefani accorcia dopo uno scambio di alto livello, poi Ishikawa chiude il set con la diagonale vincente del 25-18. 

 

Di Pinto cambia le carte in tavola nel quarto set: dentro Sabbi e Gironi per Stefani e Joao Rafael. Gli ionici partono bene, con un break di 5-7 orchestrato proprio dai due rossoblu. Romanò dimezza il gap, Di Martino sfrutta il muro e ottiene il 6-8. Romanò ha la mano calda, Sabbi d’esperienza gioca sul braccio di Jaeschke (7-9). Ancora Romanò in diagonale, poi Alletti col primo tempo riporta sul +2 Taranto (8-10). Ancora l’opposto di Milano a segno: due punti consecutivi e pareggio (10-10). Jaeschke manda out la battuta, Alletti mura Jaeschke. Gironi attacca out: 11-12. Sabbi si fa murare da Patry: pareggia Milano. Alletti manda fuori il primo tempo, sorpasso dei lombardi. Romanò attacca fuori: 13-13. Ishikawa conquista il cambio palla col mani-out, Porro sbaglia dai nove metri (14-14). Ishikawa colpisce la ricezione tarantina, poi manda in rete il servizio successivo. Gironi manda di pochissimo a lato la battuta (16-15), Jaeschke gioca sul muro e conquista il +2. Gironi attacca in pipe dimezza, Ishikawa dalla seconda linea sigla il 18-16. Romanò, al termine di una lunghissima azione, segna in diagonale su Falaschi; Alletti manda in rete e Milano vola sul 20-16. Coach Di Pinto chiama il primo timeout. Sabbi sigla il 20-17, poi manda out il servizio. Jaeschke piazza l’ace su Randazzo del +5 (22-17), poi Sabbi rosicchia un punticino. Mosca col primo tempo firma il 23-18, Gironi accorcia. Romanò attacca fuori con la diagonale, Taranto va sul -3: 23-20 e timeout per Piazza. Ishikawa regala quattro match point ai lombardi, poi Gironi si fa murare da Romanò che chiude sul 25-20. 

 

Allianz Milano – Gioiella Prisma Taranto 3-1 (25-17, 23-25, 25-18, 25-20)

 

Allianz Milano: Porro 3, Ishikawa 14, Mosca 6, Romanò 20, Jaeschke 17, Piano 3, Staforini (L), Pesaresi (L), Maiocchi 0, Daldello 0, Patry 3. N.E. Djokic. All. Piazza. 

 

Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 2, De Barros Ferreira 13, Di Martino 2, Stefani 13, Randazzo 8, Alletti 8, Pochini (L), Dosanjh 0, Gironi 6, Laurenzano (L), Sabbi 5. N.E. Freimanis. All. Di Pinto. 

 

ARBITRI: Cerra, Frapiccini. 

 

NOTE – durata set: 27′, 27′, 27′, 28′; tot: 109′.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *