Canottaggio: sabato 21 maggio a Varese via all’Europeo Under 19
19 maggio 2022
U.S. Lecce: Hjulmand in Nazionale.
19 maggio 2022

Firenze. Il Consiglio Federale in corso di svolgimento nel capoluogo toscano ha deliberato la nomina di Stefano Recine quale dirigente accompagnatore della Nazionale Femminile.
Recine comincerà il suo lavoro immediatamente al fianco di Davide Mazzanti e del suo staff e ricoprirà l’incarico fino al 31 dicembre 2024.

Le dichiarazioni del Presidente Giuseppe Manfredi“Credo che un personaggio come Recine non abbia bisogno di presentazioni, lo abbiamo voluto fortemente; è un dirigente di grandissima esperienza e sono certo che farà bene con noi e che aiuterà il gruppo di Mazzanti nella sua crescita”.

Queste le dichiarazioni di Stefano Recine“Oggi è come se si chiudesse il cerchio, la mia è una famiglia di pallavolisti, io sono stato in azzurro, con i miei figli che hanno militato nel Club Italia e Checco che fa parte del gruppo di De Giorgi. Sono felice ed emozionato per questo nuovo incarico. Ringrazio il Presidente e l’intero Consiglio 

Federale per questa possibilità. Metterò la stessa passione e impegno in questa avventura come ho fatto in tutta la mia vita dedicata a questo sport. Farò del mio meglio, grazie a tutti”.

Il curriculum
Stefano Recine è nato è nato a San Candido (BZ) il 18 aprile 1957. E’ stato giocatore di vertice per circa un ventennio (1974-1992), anni in cui ha vestito le maglie di Ravenna, Bologna, Modena, Parma e Milano, vincendo Coppa Campioni, Coppa delle Coppe, Coppa Cev e Mondiale per Club.
In maglia azzurra ha collezionato 67 presenze (esordio a Turku, il 5 settembre 1976: Ungheria-Italia 3-1).
Appese le ginocchiere al chiodo, Stefano Recine ha iniziato la sua carriera da direttore sportivo nel 1992/93 a Milano per poi trasferirsi a Ravenna, Ferrara, Palermo e Modena collezionando, anche da dirigente, svariati trofei.
Nel 2003 il suo passaggio alla Lube dove è rimasto per ben tredici anni vincendo, anche nelle Marche, titoli nazionali e internazionali. Nel 2017, ha curato per la Sir Safety Perugia l’organizzazione della Final Four di Champions League tenutasi a Roma e a partire dalla stagione seguente è stato nominato direttore tecnico della formazione umbra vincendo anche qui uno scudetto, tre coppe italia e tre supercoppe italiane.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *