COPPA DEL MONDO SCHERMA PARALIMPICA SUL TERZO GRADINO DEL PODIO ANDREEA MOGOS NEL FIORETTO CAT. A EDOARDO GIORDAN E GIANMARCO PAOLUCCI NELLA SCIABOLA CAT. A E B
21 maggio 2022
La Prisma piazza un colpo da novanta e ingaggia lo schiacciatore Oleg Antonov per la stagione 2022/2023.
21 maggio 2022

Alle 19, presso lo Stadio Municipale di Ramat Gan, il match con i pari età lussemburghesi che provengono da due sconfitte. E’ necessaria una vittoria e guardare al risultato di Israele-Germania per avere la certezza di andare avanti. La partita in diretta su Rai Play

E’ l’ultima partita del gruppo A quella di domani contro il Lussemburgo, decisiva per il passaggio ai quarti di finale del campionato Europeo Under 17 che si sta disputando in Israele (alle 19 italiane, diretta su Rai Play; differita su Rai Sport HD alle 23.30). Gli Azzurrini, guidati da Bernando Corradi, andranno a caccia dei tre punti, necessari per mettere più di un’ipoteca sul superamento di questa fase a gironi che garantisce il pass alle prime due classificate. L’Italia è seconda, a pari punti (3) con i padroni di casa israeliani che avranno di fronte la fortissima Germania trascinata al primo posto con 6 punti (due le vittorie: contro l’Italia per 3-2 e il Lussemburgo, 3-0) dalla stellina del Bayern, Wanner Una vittoria o un pareggio dei tedeschi, darebbe la certezza matematica ai ragazzi di Corradi dell’accesso ai quarti. Ma serve una vittoria contro il Lussemburgo che si presenta all’appuntamento di domani con alle spalle due sconfitte (oltre che con la Germania anche con Israele per 3-0) e nessuna speranza di

superare questa fase.

“Una partita decisiva – avverte Esposito, realizzatore del gol della vittoria contro Israele – per andare ai quarti e dove ci giochiamo tutto quello che di buono abbiamo costruito per arrivare sin qui. Il nostro gruppo ha la forza per superare quest’ultimo ostacolo e per continuare a far bene in questo Europeo.”

Francesco Pio Esposito è il più piccolo di tre fratelli a vestire la maglia Azzurra. Prima di lui, Salvatore (gioca nella Spal) e Sebastiano (gioca nel Basilea,) hanno esordito nelle Nazionali giovanili fino ad essere convocati da Mancini nel raduno che in questi giorni si sta tenendo a Coverciano. Pio, così vuol essere chiamato “perché è un nome originale”, è un ragazzone di 188 centimetri che nasce 17 anni fa a Castellammare di Stabia, vera fucina di campioni quali Donnarumma e Quagliarella. Inizia con i suoi fratelli nel campetto sotto casa: “Mi obbligavano a giocare in porta – ricorda Pio –  e loro si affrontavano nell’uno contro uno ma in quel campetto ho giocato partite interminabili che hanno rafforzato la mia passione per il calcio.” Una passione fomentata dal padre, giocatore nelle giovanili del Napoli e poi allenatore, che decide di portare la famiglia a Brescia dopo che un osservatore della Società

lombarda aveva notato le qualità di Sebastiano: “Una scelta rischiosa – sottolinea l’Azzurrino –  ma papà era convinto fosse quella giusta.” Tre anni a Brescia e poi si fa viva l’Inter che porta i tre fratelli nelle giovanili: “ Ho cominciato dai Pulcini e per 8 anni ho fatto tutta la trafila insieme a Luca Di Maggio da cui non mi sono mai separato.”

Con i suoi due fratelli è costantemente in contatto, nonostante la lontananza: “Ci sentiamo sempre e, per similitudine di ruolo, ascolto i consigli tecnici che mi dà Sebastiano mentre, per come debbo comportami fuori dal campo,  mio fratello Salvatore che mi suggerisce cosa fare.” Questa stagione la sta disputando nel Campionato Under 17 ed ha realizzato 18 reti ma le sue qualità erano già conosciute dagli osservatori delle Nazionali giovanili, tanto da essere convocato per uno stage, lo scorso giugno da Corradi e poi a novembre, nel Torneo dei Gironi, appuntamento annuale di selezione per i migliori talenti in circolazione, quest’anno

disputato a Novarello: “Far parte della Nazionale per me è motivo di grande orgoglio: ci si dimentica delle diverse appartenenze nei club e si è uniti da un’unica maglia che rappresenta l’Italia. Se penso che due anni fa ero davanti al televisore per seguire l’ Europeo Under 17 che stava giocando mio fratello Sebastiano in Nord Irlanda e che ora sono qui, addirittura ho segnato il gol della vittoria contro l’Israele nella mia seconda partita, è un sogno da cui non mi voglio risvegliare.”

Il girone B è quello con cui l’Italia si incrocerà per formare la griglia dei quarti e domani si giocherà il big match tra Francia e Olanda, ambedue già ai quarti (prime con 6 punti)

Una gara che servirà solo a stabilire chi sarà la prima ed, eventualmente, per conoscere la prossima avversaria dell’Italia.

 

Risultati e classifica Gruppo A

Lunedì 16 maggio

ITALIA-Germania 2-3

Israele-Lussemburgo 3-0

Giovedì 19 maggio

Germania-Lussemburgo 3-0

Israele-ITALIA 0-1

Classifica. e Germania 6 pt, Israele e Italia 3, Lussemburgo 0

Domenica 22 maggio

Lussemburgo-ITALIA, Ramat Gan Municipal Stadium di Ramat Gan, alle 19.00 (diretta streaming Rai Play; differita su Rai Sport HD alle 23.30, canale 58 DT)

Germania-Israele, Lod Municipal Stadium di Lod, alle 19.00

L’elenco dei convocati

Portieri: Federico Magro (Lazio), Francesco Borriello (Parma);

Difensori: Fabio Christian Chiarodia (Werder Bremen), Giovanni D’Aprile (Torino), Saverio Domanico (Juventus), Mattia Malaspina (Milan), Filippo Mane (Dortmund), Filippo Saiani (Spal), Nicolò Serra (Torino);

Centrocampisti: Kevin Bruno (Sassuolo), Aaron Ciammaglichella (Torino), Luca Di Maggio (Inter), Luca Lipani (Genoa), Vincenzo Onofrietti (Dortmund), Fabio Parravicini (Spal), Daniele Quieto (Inter);

Attaccanti: Alessandro Bolzan (Roma), Marco Delle Monache (Pescara), Alessio Vacca (Juventus), Francesco Pio Esposito (Inter).

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *