MARCO RIZZO DIFENDERÀ I COLORI ROSSOBLÙ
25 maggio 2022
Pierluigi Valentini, nuovo dg dell’ SSD Brindisi.
26 maggio 2022

Battioni Celli

Una giornata all’insegna del “batti e corri”, in compagnia della Nazionale Italiana Elite e dei Campioni d’Italia del San Marino. È stata un’autentica festa quella andata in scena oggi a partire dal tardo pomeriggio presso lo stadio Serravalle di San Marino, dove si sono scontrate alle ore 19:30 la formazione azzurra – capitanata per l’occasione dal Manager “avversario” Doriano Bindi – e quella sammarinese, sotto le direttive di Claudio Del Santo.

4-1 il risultato finale per la Nazionale azzurra, in una partita giocata sui 7 inning ma che ha rappresentato solo una delle tante attrazioni della giornata sportiva, grazie al fitto programma

allestito per l’occasione che ha richiamato a gran voce un buon numero di spettatori.

L’apertura delle danze è stata alle ore 17, quando il Serravalle ha accolto i giovani atleti delle società romagnole San Marino Baseball e Torre Pedrera Falcons, che hanno avuto la possibilità di partecipare al batting practice pre-partita delle due formazioni schierandosi all’esterno per raccogliere le battute. Il termine del riscaldamento dei line-up è stato anche occasione per i ragazzi di farsi firmare dagli Azzurri alcune palline speciali dedicate all’evento, mentre intorno al campo da gioco si sono aperti stand gastronomici e la musica live ha iniziato a fare da contorno ai preparativi della partita.

17 i convocati della Nazionale Elite che hanno affrontato, diretti da Manager Bindi, la formazione campione d’Italia. Lanciatori partenti Gouvea (Italia) e Rienzo (S. Marino), mentre il primo lancio a casa-base è stato affidato a Teodoro Lonfernini, Segretario di Stato

allo Sport della Repubblica di San Marino.

Partenza importante di Rienzo sul monte casalingo che nel primo inning chiude i conti con 3 strikeout, imbrigliando le mazze rispettivamente di KoutsoyanopulosPaolini e Ferrini. Dall’altra parte Gouvea subisce la valida da lead off di Celli, ma con un doppio gioco e una presa al volo manda la partita direttamente alla ripresa successiva.

Al secondo inning ecco la prima sostituzione sul monte di San Marino, con Mazzocchi che entra in partita ma viene subito incontrato dal line-up Azzurro: il solo homerun di Mineo porta in vantaggio 1-0 la formazione guidata da Bindi, Bertossi batte singolo mentre solo le prese al volo di Celli, di cui una spettacolare in tuffo, permettono di chiudere la ripresa. La Nazionale Elite riesce a mantenere il risultato anche nella seconda difesa del match, nonostante l’errore che consente a Pieternella di raggiungere la prima

base.

È sempre un lanciatore mancino, Di Raffaele, a salire in cattedra per i sammarinesi alla terza ripresa, che inizia con le cinque valide di Koutsoyanopulos, Paolini, Ferrini, Liberatore e Garbella che spingono a casa 3 punti e portano il parziale sul 4-0 in favore degli Azzurri, mentre un ground-out e un doppio gioco fanno calare il sipario sull’inning. Sul monte della Nazionale intanto Bocchi, che rileva Gouvea, risolve la ripresa con un 1-2-3 inning grazie a 2 K e una battuta in diamante.

Al quarto inning la new entry sul monte di San Marino Quattrini ha pochi problemi a tenere a freno le mazze ospiti, mentre Andretta per l’Italia subisce il punto del 4-1 casalingo sul doppio di Ustariz che porta a casa Angulo.

Peluso è il quinto lanciatore dei Campioni d’Italia, che parte in difficoltà sulle valide di Paolini e sul batti-e-corri

di Ferrini, ma è abile a fermare l’emorragia con due strikeout. Sul monte Azzurro intanto prosegue la staffetta tra lanciatori con Bassani che doma senza patemi il line-up di casa.

La sesta ripresa vede il giovane lanciatore Ioli sul monte di San Marino e Garbella su quello della Nazionale: è il 29enne a rischiare nel sesto attacco sammarinese sulla valida di Beccari, ma capace a chiudere la ripresa prima di subire punti.

L’ultimo inning è l’occasione del closer Pedrazzi per mettersi in mostra tra le fila casalinghe, con l’attacco ospite che parte forte con le valide di Mineo e Garbella ma non riesce a portare a casa i corridori, mentre Garbella porta a casa l’incontro con 3 K che decretano la vittoria finale della Nazionale Azzurra.

Da segnalare le prestazioni nel box di Paolini (3 su 4), Mineo, Ferrini e Garbella (2 su 4) per gli Azzurri e di Ustariz per San Marino (doppio con

RBI).

L’ARTICOLO SUL SITO

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *