VNL 2022: esordio vincente delle azzurre a Brasilia, battuta la Serbia 3-1
15 giugno 2022
Diritti sportivi 2022/2023 Il Consiglio di Amministrazione conferma le richieste di cessione titoli. Via libera alla iscrizione per 54 Club
16 giugno 2022

EUROPEO UNDER 19

Raggiunta Samorin, cittadina a 25 km da Bratislava, dove la squadra alloggerà durante il torneo. Il 18 giugno esordio contro la Romania. Le partite dell’Italia saranno trasmesse in diretta su Rai Sport HD

Inizia l’avventura europea per la Nazionale Under 19. Gli Azzurrini hanno raggiunto Samorin, cittadina a 25 km da Bratislava, località dove alloggeranno durante tutta la durata del torneo. L’Italia, inserita nel gruppo A, inizierà il 18 giugno contro la Romania; secondo incontro il 21 contro i padroni di casa della Slovacchia e, dulcis in fundo, la Francia il 24 giugno. Il gruppo B è formato da Inghilterra, Israele, Austria e Serbia: i primi due posti nei due gironi garantiranno l’accesso alle semifinali che si giocheranno martedì 28 giugno. Questa edizione dell’Europeo qualifica anche alla Fifa Under 20 World Cup, in programma l’anno prossimo in

Indonesia: alla Uefa sono destinati 5 posti quindi le 4 semifinaliste più la quinta squadra proveniente dai play off (si gioca lo stesso giorno delle semifinali) tra le terze classificate nei due gironi, si aggiudicheranno il diritto a partecipare ai prossimi Mondiali Under 20.

Il tecnico della Nazionale Under 19 Carmine Nunziata ha ufficializzato oggi la lista dei 20 calciatori che parteciperanno alla Fase Finale dell’Europeo di categoria. Nella rosa non figurano Wilfried Gnonto e Giorgio Scalvini, reduci dall’impegno nella Nazionale maggiore in Nations League: nonostante l’apprezzata disponibilità espressa dai calciatori, infatti, i club di appartenenza (Zurigo e Atalanta) hanno evidenziato alcune criticità rispetto alla convocazione dei calciatori per la competizione, che si svolge in una data al di fuori da quelle indicate dalla FIFA per il rilascio dei calciatori dai club alle Nazionali.  La

Figc, dunque, rispettando quanto rappresentato dai club, ha ritenuto di non inserirli nella lista dei convocati.

Ci sarà, invece, Fabio Miretti, che nelle due fasi di qualificazione ha realizzato 3 reti e fornito 4 assist decisivi. Dopo aver fatto parte del gruppo della Under 21 di Nicolato, a Miretti è stata data la possibilità di aggregarsi agli Azzurrini Under 19 il 18 giugno, giorno dell’esordio nel torneo con la Romania (diretta RaiSport), partita che il centrocampista della Juventus vedrà dagli spalti perché costretto a scontare una squalifica derivante dalla fase élite.

Ormai vicino dell’esordio nella competizione, Carmine Nunziata non nasconde le difficoltà del torneo: “Arrivati a questo livello – avverte il tecnico Azzurro – tutte le squadre nascondono insidie: in Slovacchia troveremo le 8 migliori Nazionali europee e, a livello giovanile, non è sempre il blasone a dare forza alla squadra. Ogni partita è una storia a sé stante”. Sui pericoli della fase a gironi: “ Iniziamo con la Romania che ha buone individualità nel reparto offensivo per passare ai padroni di casa della Slovacchia che davanti al loro pubblico, daranno tutto per renderci difficile la partita; una squadra essenziale, che sa interdire il gioco avversario e usare bene i contropiede: in tornei amichevoli pre Europeo, ha superato Portogallo, Olanda e pareggiato con la Francia. I transalpini li conosciamo bene, per la fisicità e per la qualità del loro gioco”. Un’ultima considerazione su Scalvini e Gnonto: “ Sono due ragazzi che hanno iniziato la stagione con noi e hanno dato il loro contributo affinché la squadra si qualificasse a questa fase finale. Sono dispiaciuto ed è normale che ci avrebbe fatto piacere averli con noi ma sono contento per i loro progressi: considero questo un successo per il nostro gruppo che lavora in funzione delle Nazionali maggiori. Scenderemo comunque in campo per vincere: abbiamo altri giocatori di rilievo, un ottimo staff,

siamo una squadra e abbiamo un gioco e valori morali importanti. Daremo il massimo per centrare i due obiettivi, la qualificazione ai Mondiali Under 20 ed andare fino in fondo in questo Europeo”.

Un Europeo, comunque, orfano del campione in carica, la Spagna, eliminata nel secondo turno di qualificazione dall’Austria. Ma non è la sola assente eccellente: mancano Nazionali del calibro della Germania e del Belgio, eliminate dall’Italia nell’élite round disputato ad Helsinki a marzo; mancano il Portogallo (finalista contro la Spagna nel 2019 in Armenia) e l’Olanda, cadute rispettivamente in favore dell’Inghilterra e della Serbia. L’Italia ha brillantemente superato le due fasi di qualificazione con 5 vittorie ed un pareggio (con la Germania), 16 le reti al suo attivo, 3 quelle incassate. Una buona premessa per provare a rimettere in bacheca un Trofeo che manca dal 2003, quando l’Italia di Berrettini conquistò il tetto d’Europa in finale contro il Portogallo (2-0). Ma gli Azzurrini sono andati vicini all’exploit nel 2016 in Germania, allenava Paolo Vanoli, quando furono sconfitti in finale dalla Francia di Mbappè: era la Nazionale dove giocavano Meret, Barella, Dimarco, Locatelli, Pessina e Chiesa (quest’ultimo solo nelle fasi preliminari). Poi nel 2018, con Paolo Nicolato alla guida, in Finlandia dove l’Italia perse ai tempi supplementari contro il Portogallo (4-3) in una delle più belle finali mai disputate a livello giovanile: era la Nazionale dove giocavano Frattesi, Scamacca, Kean, Zaniolo, Pinamonti e Tonali. Fino ad arrivare all’ultima edizione giocata nel 2019 – poi c’è stata l’interruzione di due anni a causa del covid – quando l’Italia fu eliminata nella fase a gironi dalla Spagna (sfortunataandata in vantaggio con Merola, fu poi ripresa grazie a un autogol e superata dal  rigore realizzato da Ruiz), alla fine diventata campione d’Europa: una squadra presa in corsa da Carmine Nunziata, dopo che Federico Guidi decise di allenare un club. Era la

Nazionale di Carnesecchi, Fagioli, Udogie, Ricci e Raspadori.

Se a questi risultati si aggiungono quelli conseguiti dalle altre Nazionali giovanili negli ultimi anni (2 secondi posti per la Under 17 nell’Europeo del 2018 e del 2019; un terzo e quarto posto nei Mondiali Under 20 del 2017 e del 2019) manca solo la classica ciliegina.

Carmine Nunziata non nasconde le difficoltà: “Arrivati a questo livello – avverte il tecnico Azzurro – tutte le squadre nascondono insidie: in Slovacchia troveremo le 8 migliori Nazionali europee e, a livello giovanile, non è sempre il blasone a dare forza alla squadra. Ogni partita è una storia a sé stante”. Sui pericoli della fase a gironi: “ Iniziamo con la Romania che ha buone individualità nel reparto offensivo per passare ai padroni di casa della Slovacchia che davanti al loro pubblico, daranno tutto per renderci difficile la partita; una squadra essenziale, che sa interdire il gioco avversario e usare bene i contropiede: in tornei amichevoli pre Europeo, ha superato Portogallo, Olanda e pareggiato con la Francia. I transalpini li conosciamo bene, per la fisicità e per la qualità del loro gioco”. Un’ultima considerazione su Scalvini e Gnonto: “ Sono due ragazzi che hanno iniziato la stagione con noi e dato il loro contributo affinché la squadra si qualificasse a questa fase finale. Sono dispiaciuto ed è normale che ci avrebbe fatto piacere averli con noi ma sono contento per i loro progressi: considero questo un successo per il nostro gruppo che lavora in funzione delle Nazionali maggiori. D’altra parte, comprendo fino in fondo le ragioni delle Società che non hanno aderito alla nostra richiesta. Scenderemo in campo per vincere, cercando, come sempre, di imporre il nostro gioco. In questa squadra ci sono altri giocatori di ottima caratura, un ottimo staff, abbiamo un gioco e valori morali importanti: daremo il massimo per centrare i due obiettivi, la qualificazione ai Mondiali Under 20 ed

andare fino in fondo in questo Europeo”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Sebastiano Desplanches (Milan), Gioele Zacchi (Sassuolo);

Difensori: Diego Coppola (Hellas  Verona), Alessandro Fontanarosa (Inter), Daniele Ghilardi (Hellas Verona), Gabriele Mulazzi (Juventus), Riccardo Stivanello (Bologna), Filippo Terracciano (Hellas Verona), Riccardo Turicchia (Juventus);

Centrocampisti: Cesare Casadei (Inter), Duccio Degli Innocenti (Empoli), Giovanni Fabbian (Inter), Giacomo Faticanti (Roma), Jacopo Fazzini (Empoli), Samuel Giovane (Atalanta), Fabio Miretti (Juventus);

Attaccanti: Giuseppe Ambrosino Di Bruttopilo (Napoli), Tommaso Baldanzi (Empoli), Marco Nasti (Milan), Cristian Volpato (Roma).

Staff. Capo Delegazione, Gianfranco

Serioli; Coordinatore Nazionali giovanili, Maurizio Viscidi; Allenatore: Carmine Nunziata; Assistente Allenatore, Emanuele Filippini; Preparatore Atletico, Vito Azzone; Preparatore dei Portieri, Fabrizio Ferron; Medici, Carmelo Papotto e Raffaele Iorio; Fisioterapisti, Giuseppe Galli e Fabrizio Casati; Nutrizionista, Alessio Colli; Addetto stampa, Giuseppe Ingrati;  Segretario, Aldo Blessich.

I Gironi

Girone A.  Slovacchia, Romania, Italia, Francia

Girone B. Inghilterra, Israele, Serbia,  Austria

Calendario Italia

Sabato 18 giugno

Slovacchia-Francia, Trnava Stadium  alle 17.30

Italia-Romania, Dac Arena  Dunajskà

Streda alle 20.00 (diretta Rai Sport HD)

Martedì 21 giugno

Slovacchia-Italia, Trnava Stadium alle 17.30 (diretta Rai Sport HD)

Romania-Francia, Dac Arena  Dunajskà  Streda alle 20.00

Venerdì 24 giugno

Romania-Slovacchia,  Trnava Stadium alle 17.30

Francia-Italia, Dac Arena Dunajskà  Streda alle 17.30 (diretta Rai Sport HD)

Semifinali e play off Mondiali 2023

Martedì 28 giugno

Vincitrice Girone A contro la seconda del Girone B  (17.00 o 20.00, Trnava Stadium o Dac Arena  Dunajská Streda)

Vincitrice Girone B contro seconda

Girone A  (17.00 o 20.00, Trnava Stadium o Dac Arena  Dunajská Streda)

Play Off FIFA Under 20 World Cup

Terza classificata Girone A contro terza classificata Girone B, NTC Senec alle 17.00

Finale venerdì 1 luglio, Trnava Stadium alle 20.00

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *