LE STRADE TRA IL TARANTO FC 1927 E D’AGOSTINO SI SEPARANO.
30 gennaio 2020
Rendiconto economico-finanziario, stato patrimoniale e nota integrativa 2019.
31 gennaio 2020

Giunge la quinta sconfitta consecutiva per la Frata “Andrea Pasca” Nardò, al PalaLanera Matera chiude avanti di tredici: 64-51.

Periodo buio per la Frata “Andrea Pasca” Nardò. Nel turno infrasettimanale del girone D di Serie B, al PalaLanera non arrivano i due punti, che mancano ormai da cinque turni consecutivi. Ha la meglio Olimpia Matera che, nonostante i primi due quarti in affanno e chiusi in svantaggio, rimonta e si impone in scioltezza sul 64-51, in una gara senza due uomini di punta come Antrops e Zampolli, entrambi out per infortunio.

1° QUARTO – Peroni la sblocca da tre, Mancini risponde dall’altra parte. Nei primi 4′ le difese hanno la meglio. Ancora Peroni e Coviello dal pitturato per un Nardò avanti, nonostante Matera approfitti della frettolosità granata in alcune circostanze. Sempre Peroni anche in transizione per un Toro che chiude in vantaggio: 12-16.

2° QUARTO – Dopo 2’37” di vuoto, Burini piazza la bomba e Dip replica dalla media. Nardò si difende estremamente bene, ci vuole Staffieri da oltre l’arco per sbloccare i suoi. Entrambe le squadre faticano a trovare le vie del canestro e si segna molto poco. Azzaro e Bjelic permettono ai granata di allungare (19-26) prima del time-out chiamato da coach Origlio. Percentuali bassissime per i lucani dai 6.75, appena 3/15. Si torna negli spogliatoi sul 24-28.

3° QUARTO – Non inizia nel migliore dei modi la ripresa per la Frata Nardò: Battaglia accorcia e porta Matera sul -1, Bjelic lascia il parquet per infortunio. Panzini da tre e i padroni di casa si portano in vantaggio (31-30) dopo una lunga rincorsa. Nardò sembra essere a corto di idee e di energie, ancora una volta nel terzo periodo, e Matera allunga fino al +12. L’Olimpia dilaga: Mancini trova una bomba vincente, Burini tiene alta la bandiera. Prima degli ultimi 10′ il tabellone recita 47-37.

4° QUARTO – Nonostante il largo passivo, Burini (top scorer granata con 14 punti) trova il canestro e dispensa assist cercando di tenere in partita i suoi. Panzini, invece, ha parere opposto e con due bombe consecutive spegne ogni velleità di rimonta ospite. Ultimi 5′ in scioltezza per la truppa di Origlio: sirena finale sul 64-51.

Prossimo incontro: seconda domenica consecutiva al Pala “Andrea Pasca” per gli uomini di coach Quarta, che ospiteranno Stella Azzurra Roma (palla a due alle ore 18:00).

Bawer Olimpia Matera – Frata Nardò 64-51 (12-16, 12-12, 23-9, 17-14)

Bawer Olimpia Matera: Pasquale Battaglia 18 (3/10, 3/10), Marcelo Dip 13 (5/7, 0/0), Mario Mancini 13 (3/3, 2/3), Lorenzo Panzini 9 (0/2, 3/6), Valerio Staffieri 7 (1/4, 1/3), Renato Buono 2 (1/3, 0/3), Andrea Antonaci 2 (1/1, 0/0), Antonio Fabrizio Smorto 0 (0/4, 0/3), Gints Antrops 0 (0/0, 0/0), Domenico Centoducati 0 (0/0, 0/0), Daniele Lopane 0 (0/0, 0/0). Coach: Origlio
Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Marcelo Dip 9) – Assist: 15 (Renato Buono 6)

Frata Nardò: Federico Burini 14 (2/7, 2/4), Michele Peroni 10 (2/6, 2/6), Vittorio Visentin 9 (4/10, 0/0), Riccardo Coviello 7 (2/7, 0/4), Alessandro Azzaro 7 (1/6, 1/3), Goran Bjelic 2 (1/4, 0/2), Luka Cepic 2 (1/1, 0/1), Simone Fiusco 0 (0/1, 0/0), Antony Tyrtyshnyk 0 (0/0, 0/0), Andrea Cappelluti 0 (0/0, 0/0). Coach: Quarta
Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Alessandro Azzaro 12) – Assist: 10 (Federico Burini 5)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *