Integrity Tour domani ad Alessandria: la Lega Pro e Sportradar sempre più impegnate nella lotta al match fixing.
17 febbraio 2020
17° edizione Trofeo Caroli Hotels.
18 febbraio 2020

Lecce Women: Errico, Sozzo, Guido, Felline, Polo, Costadura, Coluccia (1′ st Margari), Cucurachi, De Benedetto, Cazzato, D’Amico, Lazoi. In panchina Ouacif, Vitti, Durante, Rollo, Erroi. Allenatrice Vera Indino.

Chieti Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada, De Vincentiis, Ferrazza, Benedetti, Vukcevic, Di Camillo Giulia, Gangemi, Giuliana (34′ st Di Domizio), Carnevale, Scioli (10′ st Di Sebastiano). In panchina Seravalli, Lacentra, Colecchi. Allenatore Lello Di Camillo.

Arbitro:Giudice di Frosinone
Marcatrici: nel pt 16 Costadura (L); 26′ Scioli (C); 40′ Di Camillo G.; nel st 18′ Vukcevic (C).
Note: spettatori duecento circa. Ammonite: Sozzo (S), Giuliana e Di Domizio (C).
Recupero: pt 1′; st 4′.

Si interrompe contro il Chieti la striscia positiva del Lecce Women. Dopo due vittorie di fila, le giallorosse cadono a Collepasso al cospetto di una formazione che ha messo in campo esperienza e cattiveria agonistica al fine di portare a casa il successo: 1-3 il risultato finale. Il Lecce Women, ancora una volta in versione baby, non ha comunque demeritato anche se continua a pagare a caro prezzo le numerose assenze. L’ultima, quella del portiere Raicu, assente contro le abruzzesi e sostituita tra i pali dalla giovane Errico. Come se non bastasse, nel corso del primo tempo anche Coluccia è stata costretta ad abbandonare il terreno di gioco in seguito ad un contrasto particolarmente duro con una calciatrice avversaria.

“Sono soddisfatta della prestazione delle mie ragazze nonostante la sconfitta – ha detto a fine partita l’allenatrice Vera Indino -. Abbiamo creato tante occasioni da rete, purtroppo non siamo state brave negli ultimi sedici metri. Abbiamo subito 3 gol, di questi 2 su calci piazzati e il primo su un’incertezza tra portiere e difensori, poi non abbiamo subito altri tiri in porta. Le avversarie hanno messo la partita più sul piano fisico e nervoso che su quello tecnico grazie anche ad un arbitraggio troppo permissivo che non ha per niente tutelato le calciatrici in campo”. Mister Indino guarda al futuro: “Purtroppo questa stagione é nata nel segno della sfortuna e ogni domenica devo far fronte ad un nuovo infortunio. Non ci scoraggiamo e confido nell’impegno e nella voglia di far bene delle ragazze”.

Domenica il campionato di serie C si ferma; alla ripresa, il 1 marzo, trasferta ad Aprilia.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *