BENETTON RUGBY: SEI TALENTUOSI AZZURRINI SOTTO CONTRATTO COME PERMIT PLAYERS.
10 giugno 2020
In attesa delle classifiche finali, la FIGC emette il comunicato.
10 giugno 2020

Una struttura per i giovani all’avanguardia per la catechesi e lo svago ricreativo.

A cura di Michele Giannotta

E’ stata l’ultima, ma non per importanza. Opera compiuta dall’instancabile Parroco di origini copertinesi, Don Vincenzo Antonazzo, ed è stata un’opera di grande spessore non solo di natura edile ma anche morale che ha comportato fatica,dispendio di energie e molto, molto denaro.

Il solo acquisto del terreno, dell’estensione di circa 7.000 metri quadrati, per un valore iniziale di 120.000.000 milioni di lire, per una parrocchia di un piccolo centro come Neviano, risultava arduo.

Mettendo in gioco i suoi piccoli risparmi e, confidando nella Divina Provvidenza e nella generosità di tanta gente altruista di Neviano, decise di comprare quel campo che nel frattempo dopo una lunga ed estenuante trattativa era sceso da 120 milioni a 80.

L’ingegnere Rodolfo Renna fu incaricato di redigere il progetto ed egli stesso si propose da solo per la direzione dei lavori, tale consulenza fu fatta a titolo gratuito per espressa volontà del professionista.

Questo comportò il risparmio per circa un centinaio di milioni.

Fu contattata per i lavori la Ditta Tundo Michele su una spesa complessiva di circa 100 milioni, si accontentò delle sole giornate lavorative, circa venti milioni.

Verso il 1994 la Ditta Amerigo Latino iniziò i lavori per la ristrutturazione dell’edificio cadente e nella primavera del 1996 dopo la pausa del 1995 la Ditta Agostino e Donato Renna.

La Ditta Salvatore Marti realizzò la pavimentazione dei viali e la Ditta Santo Palumbo la pavimentazione della pista ciclabile.

I risparmi accomunati dalla generosità dei tanti artigiani nevianesi fece sì che la Parrocchia San Michele Arcangelo risparmiò quasi un miliardo di lire.

Nel 1997 ad opera ultimata Don Vincenzo Antonazzo fece il suo atto di donazione dinanzi ai legali civili e curiali dell’Oratorio alla Parrocchia.

Il 25 aprile dello stesso anno l’ oratorio venne inaugurato e benedetto dal Vescovo Mons. Vittorio Fusco , luogo di culto e svago per i giovani nevianesi.

Ad accogliere tutti coloro che entrano nella struttura vi sono le statue di San Giovanni Bosco e San Domenico Savio.

Il 21 ottobre 1996 viene costituita, presso il notaio Paolo Dell’Anna in Copertino, l’Associazione “ Circolo locale A.N.S.P.I. San Michele Arcangelo che sovraintende alla gestione ordinaria e straordinaria dell’oratorio.

Il 27 dicembre 1996 la Giunta Comunale guidata dal Sindaco dott. Aldo Mastria delibera (atto n. 387) un contributo liberale alla parrocchia di lire 13.000.000.

Complessivamente l’opera venne a costare oltre 700.000.000 di lire; struttura moderna, accogliente in cui si può svolgere tranquillamente attività di catechesi e sano sport.

In tutti questi anni, l’oratorio, è stato luogo di ritrovo per tanti giovani nevianesi e non solo. Tante sono le generazioni che hanno vissuto l’ oratorio all’insegna dell’amicizia, della sana e giusta competizione ma soprattutto come luogo di preghiera collettiva, condividendo momenti di spiritualità e di confronto.

Gli oratori sono luoghi cardine per una sana crescita morale, spirituale, sportiva e culturale in genere per i nostri giovani. La “mission” per i tanti religiosi e laici che operano all’interno di queste strutture è quella appunto di salvaguardarli e valorizzarli al meglio.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *