Volley Nations League: primo successo per le azzurre
8 giugno 2021
Lo stadio Via del Mare in concessione decennale al Lecce
8 giugno 2021

“Meglio tardi che mai”, i proverbi difficilmente hanno torto. La squadra biancazzurra del miracolo salvezza riesce ad abbracciare il suo pubblico in extremis, nella 33esima giornata di campionato di Serie D ovvero nell’ultima partita casalinga di questa stagione. Emozioni forti e il giusto tributo a questi ragazzi che, nonostante la sconfitta per una rete a zero, sono autori del raggiungimento della salvezza e della permanenza in quarta serie per il terzo anno consecutivo.
Una salvezza insperata, rincorsa e sognata per tanto tempo, e alla fine ampiamente meritata grazie anche e soprattutto all’egregio lavoro svolto da mister Vito Costantini e dal suo staff, ennesima “scommessa-tecnica” vinta dal presidente Franco D’Amico.
La gara: alla fine, o meglio all’inizio, la spuntano i lucani grazie ad un gol dell’ivoriano Kone arrivato esattamente dopo 1’ e 18’’ che insacca facilmente su cross di Dettori. Disattenzione difensiva fatale per i biancazzurri che nonostante i vari tentativi di Dambros, Melillo e Lopez Petruzzi (quest’ultimo autore di un colpo di testa di un soffio sopra la traversa, su calcio d’angolo di Melillo) non riescono a rimettere in sesto la gara.
Altro momento clou arriva al 44’pt con D’Angelo che va giù dopo un contrasto in area con Lopez Petruzzi e l’arbitro decreta la massima punizione. Suma è portentoso nel neutralizzare il tiro dagli 11 metri di Iadaresta.
Ripresa con poche emozioni, la gara è stata giocata sostanzialmente a centrocampo ed è stata caratterizzata da diversi falli e momenti di tensione, sia in campo che in panchina.
“Abbiamo pagato caro una disattenzione dopo un minuto – ha commentato mister Costantini a fine partita – in ogni caso, abbiamo mantenuto le promesse della vigilia e abbiamo venduto cara la pelle. Il Fasano non regala niente a nessuno, questo tipo
di atteggiamento non rientra nella mentalità societaria. Abbiamo giocato la nostra gara contro una grande squadra, abbiamo subìto e siamo stati caparbi nel reagire. Peccato per il risultato e per non avere dato l’ultima soddisfazione alla nostra gente. Adesso ci godiamo questo traguardo raggiunto con mille difficoltà e ci tengo a ringraziare sonoramente e orgogliosamente tutti i miei ragazzi e tutti i componenti del mio staff tecnico.”
TABELLINO
Us Città di Fasano-Az Picerno: 0-1 (0-1) Us Città di Fasano: Suma, Urquiza (29’st Lopez), Dorval, Meduri, Lopez Petruzzi, De Miranda, Gille (20’st Amoruso), Bernardini (43’st Losavio), Dambros, Melillo, Gentile (30’st Dellino).
A disposizione Leone, Camara, Urruty, Calabria, Trovè.
Allenatore: Costantini. Az Picerno: Giuliani, Pitarresi, Dametto, D’Angelo (30’st Esposito), Dettori, Stasi (34’st Togora), Guerra, Konè (20’st Carnevale), Allegretto, Albadoro (15’pt Iadaresta), Kosovan (12’ st Finizio).
A disposizione: Siani, Girasole, Oyewale.
Allenatore: Palo.
Rete: 1’p.t. Konè (P) Arbitro: Barbiero di Campobasso. Ammoniti: Konè (P), D’Angelo (P).
Rec. 2’pt; 5’st.
Spettatori: 900 circa.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *