GRANATA DA IMPAZZIRE, AD UNA VITTORIA DAL SOGNO A2
16 giugno 2021
Prisma Taranto Volley: Giulio Sabbi è il nuovo schiacciatore opposto.
16 giugno 2021

Gli Stati Uniti, colmi di conoscenze del campionato italiano, battono l’Italia 3-0 e conquistano la vittoria numero 5 nella prima giornata della week 4 di VNL. Chiave del match il servizio che ha messo da subito sotto pressione gli azzurri di Valentini e ha permesso agli USA di chiudere con 10 battute vincenti che insieme ai 7 muri punto di squadra hanno fatto la differenza in una gara in cui gli azzurri hanno provato a mantenere il ritmo degli avversari trascinati da Pinali e Cortesia, tra i migliori con 7 punti messi a terra, seguiti dai 5 di Bottolo che nel corso del secondo set è stato costretto a lasciare il campo per una distorsione alla caviglia, dopo una caduta leggermente scomposta da un muro, che sarà valutata nelle prossime ore. Spazio nel corso della gara anche per Davide Gardini autore di 5 punti alla fine del match. Contro gli USA oggi la gara numero dieci per gli azzurri di Antonio Valentini, in bolla a Rimini dal 24 maggio, che oggi hanno dovuto fare a meno di Galassi, tenuto a riposo per una lombalgia da sovraccarico, e Nelli fermo precauzionalmente per un affaticamento al quadricipite sinistro. Protagonista della vittoria degli Stati Uniti il nuovo acquisto di Perugia, Matt Anderson, autore di 17 punti oggi con 1 muro e 3 ace. Balzo in classifica per gli Stati Uniti che si portano a quota 5 vittorie con 15 punti, mentre l’Italia resta ferma con 4 vittorie e 11 punti.

Azzurri nuovamente in campo domani alle 16.30 con l’Olanda per la gara numero 2 della week 4, partita che sarà trasmessa in diretta streaming su www.volleyballworld.tv.

 

Valentini si affida oggi alla diagonale formata da Sbertoli e Pinali, Cortesia e Mosca i centrali, Recine e Bottoli schiacciatori con Balaso libero. L’errore al servizio di Christenson apre la gara con l’1-0 per gli USA. Il muro di Holt su Pinali vale il 3-3. Stati Uniti che trovano il vantaggio 4-3 sull’errore in attacco di Bottolo. Vantaggio che diventa di 3 lunghezze grazie all’attacco vincente di De Falco, USA avanti 6-3. Pinali accorcia le distanze infilandola nel muro statunitense per il 7-4 a favore degli USA. Holt chiude il punto del 8-4 al primo time out tecnico. Sander al rientro in campo mette a terra il 9-4 da seconda linea. Anderson allunga sul +6, suo il punto del 10-4 con Valentini che ferma il gioco con un time out. Recine ferma il break degli USA di 3 punti firmando il punto numero 5 per l’Italia contro i 10 degli USA. Break azzurro da 12-6 a 12-9. Il muro di Sander su Pinali porta gli USA ava nti 15-9. Ace con l’ausilio del net di Christenson per il 16-9 al secondo time out tecnico, massimo vantaggio per gli USA. Dentro Michieletto per Recine, 18-10 per gli USA, dentro anche Vitelli per Mosca al servizio ma arriva il suo errore al servizio per il 19-10. L’errore al servizio di Bottolo vale il 21-12. In campo sul finale di set Spirito e Gardini per Sbertoli e Pinali con gli USA avanti 23-12. 10 le palle set tra le mani degli statunitensi sul 24-14. Il servizio di Gardini termina out e si chiude il primo set 25-15.

Valentini non varia il 6+1 iniziale nel secondo set. Anderson apre il primo set, suo il punto dell’1-0. Errore di De Falco in attacco, primo punto per l’Italia con gli USA avanti 2-1. Cortesia mette in difficoltà in ricezione Sander, suo il punto del 2-2. Mosca non riesce però a fermare Anderson in attacco, USA pareggiano i conti 4-4. Sbertoli si affida a Mosca in questo avvio di set, 6-5 per gli l’Italia con il punto del centrale azzurro. Termina out il muro di Sbertoli, 7-7. In campo il no look di Bottolo, azzurri avanti 8-7 al primo time out tecnico. Avvio equilibrato di set, Sander da seconda linea firma il 9-9. L’errore al servizio di Recine permette agli USA di mantenere la parità 11-11, USA che trovano il vantaggio per un’invasione a rete di Bottolo nel confronto con Christenson 12-11. Break USA, Recine pesta la linea dei 3 metri e manda gli avversari avanti 14-11. Smith chiude il p rimo tempo che porta gli USA avanti 16-13 al secondo time out tecnico. Cavuto prende il posto di Bottolo dopo una caduta dal muro leggermente scomposta. Sander a segno, attacco vincente che vale il 17-14 a favore degli USA. Buona l’intesa Sbertoli-Mosca, il centrale azzurro firma il punto numero 16 contro i 18 degli USA. L’ace di Anderson su Balaso porta gli USA avanti 21-16. Sander da seconda linea allunga sul 22-16. Recine lascia spazio a Davide Gardini, suo l’errore al servizio per il 23-17 a favore degli USA. Cavuto accorcia le distanze 23-18. Vitelli in campo per Mosca al servizio, ma Anderson conquista la prima palla set per gli USA 24-18. L’ace di Holt su Gardini chiude il set 25-18.

Nel terzo set Valentini manda in campo Gardini e Cavuto nel pacchetto schiacciatori. Sander da seconda linea mette a terra il 3-2 a favore degli USA. Anderson chiude il punto del 7-4 dopo due incredibili difese degli USA. Cortesia accorcia le distanze, Italia a due lunghezze dagli USA avanti 7-5. USA avanti 8-5 al primo time out tecnico. Gardini mette a terra l’ottavo punto per l’Italia accorciando a 3 i punti di distacco dagli USA. Dentro Spirito per Sbertoli sul 12-9 a favore degli USA. Il muro di Stahl su Cavuto porta gli USA sul 14-10. Cavuto trova il riscatto e mette a terra il punto numero 13 per gli azzurri contro i 15 degli USA. Anderson porta gli USA avanti 16-13 al secondo time out tecnico. Cavuto ferma a muro Anderson, suo il punto che porta ad una sola lunghezza gli azzurri dagli statunitensi 17-16 col break azzurro di 3 punti. Un errore in attacco e uno in ricezione per gli azzurri, portano gli US A nuovamente avanti 19-16. Mosca murato, gli USA allungano sul 20-16. Gardini firma il punto numero 18, Italia a 4 lunghezze di distacco dagli USA. L’ace di Pinali mantiene vivo il set, USA avanti 23-20. Ancora Pinali, servizio vincente per lui 23-21. L’errore al servizi di Pinali porta gli USA al primo match point 24-21. De Falco trova il tocco del muro e chiude il match, 25-21.

 

– Dichiarazioni

Giulio Pinali (https://youtu.be/hENdTK5j1mE): “Abbiamo giocato contro atleti che cinque anni fa erano in campo alle Olimpiadi, è stato un onore scendere in campo contro di loro. Abbiamo provato a dare del nostro meglio cercando di stare attaccati alla partita. Hanno forzato parecchio nel fondamentale del servizio. Domani contro l’Olanda, proveremo a giocare contro di loro per vincere”.

 

– Tabellino

 

Italia – USA 0-3 (15-25, 18-25, 21-25)

Italia: Sbertoli, Pinali 7, Cortesia 7, Recine 1, Bottolo 5, Mosca 3, Balaso (L), Gardini 5, Spirito, Vitelli, Cavuto 5, Michieletto. N.e. Scanferla, Federici (L). All. Valentini.

USA: Anderson 17, Sander 13, Defalco 7, Christenson 2, Holt 4, Smith 8, Shoji E. (L), Stahl 4, Muagututia. N.e. Jendryk, Ensing,  Shoji K., Jaeschke, Watten (L). All. Speraw.

Arbitri: Mokry (SVK), Makshanov (RUS)

Durata Set: 27′, 30′, 32′

Italia: 3 a, 11 bs, 1 mv, 20 et.

USA:  10 a, 15 bs, 7 mv, 21 et.

 

– Week 4 – Le gare di oggi 15 giugno 2021

 

Russia – Serbia 3-1 (25-23, 25-22, 22-25, 25-21)

Iran – Australia 2-3 (23-25, 22-25, 25-23, 25-18, 12-15)

Argentina – Bulgaria 3-1 (25-20, 16-25, 25-18, 25-18)

Giappone – Germania 3-0 (25-18, 25-22, 25-20)

Italia – USA 0-3 (15-25, 18-25, 21-25)

Canada – Polonia (ore 18:00)

Brasile – Slovenia (ore 19:30)

Olanda – Francia (ore 21:00)

 

Mondiale U21 maschile: Sorteggiati i gironi

 

Si è svolto oggi, nella sede federale di via Vitorchiano, il sorteggio del Campionato Mondiale under 21 maschile, organizzato congiuntamente da Italia e Bulgaria (dal 23 settembre al 3 ottobre 2021). Due gironi e la fase finale della rassegna iridata si disputeranno in Sardegna a Cagliari e Carbonia.

Gli azzurrini di Angiolino Frigoni (vice campioni continentali U20) sono stati inseriti nella pool A con Egitto, Repubblica Ceca e una squadra ancora da decidere, in sostituzione della Corea del Sud. 

 

Pool A (Cagliari, Italia): Italia, Egitto, Repubblica Ceca, Team 1*. 

Pool B (Sofia, Bulgaria): Bulgaria, Cuba, Bahrain, Polonia.

Pool C (Carbonia, Italia): Iran, Argentina, Marocco, Belgio. 

Pool D (Sofia, Bulgaria): Russia, Brasile, Cameroon, Canada.

 

*Posto ancora da assegnare in sostituzione della Corea del Sud.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *